Avigliana: workshop gratuito “La montagna che cura” Cereali, pane e semi tra medicina popolare e moderna naturopatia

pane-cereali

AVIGLIANA – Sabato 8 aprile presso la Sala Consiliare (Piazza Conte rosso 7) si potrà partecipare ad un workshop gratuito dalle ore 09.30 alle ore 17.30 sul tema “La montagna che cura: cereali, pane e semi tra medicina popolare e moderna naturopatia”.

Politiche territoriali Alpi piemontesi

In alcune zone delle Alpi piemontesi si stanno generando nuove pratiche per un tipo di agricoltura più equilibrata e sostenibile. Vi sono contesti in cui il rapporto tra abitanti e territorio alpino ha innescato processi di sviluppo locale, che si pongono come pratiche interessanti per l’impostazione di politiche territoriali per la montagna, effettivamente orientate ai reali bisogni degli abitanti. La montagna si vede protagonista e la ripresa che la coinvolge è caratterizzata da nuovi modi creativi riguardo l’abitare, il fare impresa, l’utilizzo delle risorse locali e la fruizione ambientale.

Progetto M.A.S.K.A.

Esempio del nuovo modo di porsi nei confronti delle nostre montagne è la nascita, negli ultimi anni in Valle Susa, di associazioni o attività che stanno cercando di reintrodurre sul territorio colture storicamente documentate, ma ormai scomparse. Proprio in questo ambito si inserisce il progetto M.A.S.K.A. dell’Università di Torino (Università degli Studi di Torino, Dipartimento di Lingue e Letterature Straniere e Culture Moderne), che indaga il processo di riconversione delle “terre marginali” in aree produttive, rendendo possibile il riutilizzo di terre incolte e riattivando sia la filiera economica sia quella culturale e territoriale.

Workshop

Il workshop in programma per sabato 8 aprile è realizzato dall’Associazione culturale No Profit e Centro di Ricerca valsusino “Natura di Luce”, da molti anni ormai impegnata nel recupero delle tradizioni e del sapere curativo delle valli alpine, e realizzabile grazie al patrocinio del Comune di Avigliana.
L’idea è nata dal fatto che molti non sanno che cereali (frumento, segale e mais) e semi (lino) venivano utilizzati anche per la cura delle affezioni più disparate, con usi interni ed esterni, in particolar modo contro i mali da raffreddamento, come antinfiammatori locali e per uso veterinario. Inoltre, erano elementi rituali e magico-religiosi che rappresentavano un aspetto della cura tutt’altro che secondario.

Informazioni e prenotazioni

L’Associazione e Centro di Ricerca Natura di Luce, nel suo sforzo di interpretazione e ponte di collegamento tra passato e presente, ha cercato di comprenderne la ragione di utilizzo nella medicina popolare. Decodificando l’antica terminologia utilizzata è stato così possibile recuperare un maggior dettaglio di informazioni e anche ridare maggiore “dignità” agli stessi rimedi, spesso a torto avvolti da un’aura di mistero o pregiudizio.
Associazione Culturale Natura di luce: [email protected] , 3477826334 oppure www.naturadiluce.it

Questo slideshow richiede JavaScript.