Avigliana: sport e formazione a braccetto alla “Casa di carità arti e mestieri” Il centro di formazione professionale sperimenta il progetto "3Sp" di Erasmus+

L'assessora Rossella Morra all'evento di presentazione del progetto "3Sp" alla "Casa di Carità Arti e Mestieri" di AviglianaL'assessora Rossella Morra all'evento di presentazione del progetto "3Sp" alla "Casa di Carità Arti e Mestieri" di Avigliana

AVIGLIANA – Sport veicolo di formazione ai valori dell’impegno, del rispetto delle regole, della collaborazione in team. Questo il motore che ha spinto la “Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri” ad aderire al progetto “3SP: Special Sport for Special People”.

Il progetto Erasmus+ “3Sp”

Progetto dedicato alla promozione delle attività e delle discipline sportive nell’ambito dei corsi di formazione professionale. Il progetto “3SP” è una costola della riedizione del bando “Erasmus+”, per l’inclusione sociale attraverso lo sport.
Accanto alla “Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri”, gli altri soggetti coinvolti sono, sul fronte delle organizzazioni sportive, il “Comitato sportivo italiano” e “Alteo sport”; sul fronte delle istituzioni pubbliche “Generalitat de Catalunya” e città di Pula; il network europeo Cec, e altre quattro enti di formazione come Scf, Enac, “Colege de Cambria” e Cjd.

“3Sp” alla “Casa di carità” di Avigliana

Nello specifico di “Casa di Carità Arti e Mestieri”, parteciperanno alla sperimentazione i centri di Torino e di Avigliana. A Torino, si lavorerà sulla pratica sportiva dell’orienteering. Ad Avigliana si sperimenterà il “Kit Alteo”. I formatori proporranno agli allievi del corso “Operatore grafico” una serie di test per valutare la forma fisica dei ragazzi. Gli adolescenti rifletteranno così sull’importanza dell’attività sportiva come chiave fondamentale per una vita sana.
Intendiamo promuovere l’attività fisica come stile di vita sana e di cittadinanza attiva, per sostenere il benessere dei giovani. Vogliamo anche creare una cultura del benessere nei nostri centri di formazione professionale, coinvolgendo studenti e insegnanti. Promuoviamo inoltre l’attività di volontariato nello sport, l’inclusione sociale, le pari opportunità”, dettaglia la referente del progetto per il centro di Avigliana, Roberta Bertolo.
Lunedì 27 febbraio, è stato presentato il progetto, con interventi istituzionali dell’amministrazione comunale.