A Bardonecchia un’estate boom, ne parla il presidente del Consorzio Turismo Giorgio Montabone Il rilancio della località attraverso fiere ed eventi con un occhio verso la Cina

Giorgio Montabone presidente Consorzio Turistico BardonecchiaGiorgio Montabone presidente Consorzio Turistico Bardonecchia

BARDONECCHIA – Si può tracciare un bilancio dell’estate bardonecchiese per quanto riguarda le presenze in paese che sono il termometro per valutare la stagione calda. Giorgio Montabone, da Federalberghi, è anche il presidente del Consorzio Turismo Bardonecchia che uscise le varie realtè legate alla città.

Il Consorzio Turismo Bardonecchia da dieci anni è una squadra di imprenditori che nel tempo è riuscito a riunire gli operatori del settore turistico: società di gestione degli impianti di risalita, le scuole di sci, le grandi e piccole strutture ricettive che unite lavorano per una più efficace valorizzazione dell’economia turistica locale. Oggi è una realtà matura e punto di riferimento per strategie e per gli investimenti turistici della bella località dell’Alta Valsusa che lavora in stretto rapporto con le strategie dell’amministrazione comunale.

Giorgio, un voto alla stagione.

Per le presenze registrate a Bardonecchia, una stagione positiva aiutata dal grande caldo che ha permesso di iniziare la stagione un pò prima del previsto e che ha avuto un ottimo numero di presenze nella località che per le sue caratteristiche naturali è leader tra le località di montagna per il turismo estivo“.

Parliamo delle iniziative.

Un esempio. Citando iniziative recenti importanti certamente l’operazione di promozione svolta con la Disney Italia è stata una bella vetrina che ha portato Bardonecchia sulle televisioni nazionali come non era mai avvenuto con i canali tematici dei bambini come Disney Channel o le pagine pubblicitarie su Topolino. Azioni che hanno permesso negli ultimi anni di incrementare un mercato “famigliare” che certamente è il Target perfetto di una località a misura di bambino come la “Perla delle Alpi”.

Con l’estate in archivio cosa bolle adesso in pentola?

Il Consorzio Turismo Bardonecchia in questa fase rilancia e si concentrerà su un fitto programma di promozione e commercializzazione ed in questo intende investire. Dopo un periodo in cui abbiamo dovuto concentraci sulla chiusura di alcune partite legate al passato oggi si cambia marcia. Abbiamo raggiunto ad inizio agosto il riconoscimento ufficiale da parte della Regione Piemonte quale Consorzio di operatori turistici di rilevante interesse regionale ed ora abbiamo deciso di focalizzarci sulla partecipazione ad una serie numerosissima di saloni e workshop; dunque promuoveremo e commercializzeremo Bardonecchia in Italia e all’estero come mai avvenuto in passato“.

In giro per l’Italia?

Da mesi stiamo promuovendo la località in Liguria e nell’alessandrino in modo da sfruttare al massimo la visibilità ottenuta dai raduni estivi delle squadre di calcio dell’Alessandria e del Genoa ma ovviamente promuovendo già i pacchetti invernali. Questo avverrà con sempre maggiore impegno. Ma la mia intenzione è quella di andare a promuovere Bardonecchia in tutti i principali saloni del mercato invernale e dell’outdoor estivo dove poter attrarre il mercato sì dei grandi gruppi ma anche e soprattutto attirare l’attenzione del mercato individuale in modo da andare incontro alle diverse esigenze delle strutture ricettive del nostro territorio

Via Medail a Bardonecchia

Via Medail a Bardonecchia

Quindi un occhio di riguardo all’estero?

In autunno è previsto lo stand alle fiere e ai workshop di Lyon, Colonia, Parigi, Londra, Modena, Bologna, Rimini, Ancona, Bratislava, Amsterdam, Montecatini, Praga e Bruxelles. Inoltre a fine autunno un’importante azione di co-marketing per il mercato del Regno Unito e un “educator” per i tour operators leader del mercato polacco. Massima attenzione da parte di Bardonecchia verrà data al mercato cinese attraverso un importante progetto in via di definizione. Ormai è chiaro a tutti che i Cinesi saranno i turisti interessati alla montagna nel prossimo futuro. Bardonecchia si pone come riferimento per questo mercato“.

Si farà sistema con la Valle?

Ovviamente in molti appuntamenti con la Regione, con Turismo Torino e Provincia, con l’Enit e spesso insieme al Consorzio Turismo di Sauze d’Oulx e il Consorzio Turismo Via Lattea con i quali ho un ottimo rapporto e prevedo di lavorare sempre di più in modo che la promozione sia di tutto il territorio dell’alta valle e non solo di una parte“.

E a Bardonecchia?

E’ previsto l’acquisto di uno stand da poter utilizzare alle varie manifestazioni promozionali e alcune delle risorse verranno destinate all’Ufficio stampa. Il Consorzio Turismo Bardonecchia intende divenire il punto di riferimento per la promozione di tutto ciò che accade sul territorio per andare incontro all’esigenza di maggiore coinvolgimento degli operatori locali, si prevedere un importante programma di comunicazione attraverso giornali, tv e attraverso la realizzazione e la distribuzione di materiale promozionale degli eventi del territorio. Tale azione consentirà di potenziare la comunicazione a livello regionale e nazionale. Operazioni ambiziose per Bardonecchia che intende continuare a fare passi avanti nel turismo montano in cui è oggettivamente protagonista“.