In Consiglio Regionale Ferrentino e Gallo (PD) chiedono di accelerare sul collegamento ferroviario Bardonecchia-Modane “Prolunghiamo subito per la stagione turistica la linea ferroviaria Torino-Bardonecchia fino a Modane, senza interrompere i convogli”

La stazione ferroviaria di Bardonecchia, terminale della SFM3La stazione ferroviaria di Bardonecchia, terminale della SFM3

TORINO – Lo scorso 20 giugno il  Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato un ordine del giorno sulla “Gestione della linea ferroviaria storica Torino-Bardonecchia-Modane e dei servizi ad essa connessi”, ma ad oggi Trenitalia  non ha ancora garantito l’interezza della tratta, optando per l’utilizzo di una navetta ferroviaria da Bardonecchia a Modane.

Oggi nel question time con la Giunta i consiglieri Antonio Ferrentino e Raffaele Gallo hanno chiesto all’Assessore ai Trasporti Francesco Balocco di intervenire: “Questa soluzione  va a vanificare l’impatto positivo che una tratta unica avrebbe da punto di vista socio-economico e turistico delle zone di frontiera e dell’Alta Valsusa. Siamo in piena stagione turistica estiva e la miglior soluzione possibile è che le Ferrovie garantiscano il collegamento diretto con la proroga della tratta diretta di alcuni dei treni della linea SFM3 che raggiungono Bardonecchia”

Negli ultimi mesi l’intento e l’impegno della Regione, in particolare dei due consiglieri del PD, Ferrentino e Gallo che hanno incontrato più volte tutte le parti in causa, è stato quello di individuare quale soluzione ottimale il prolungamento del treno, che attualmente si ferma a Bardonecchia, per evitare quelle che in termine tecnico si chiamano “rotture di carico” del servizio.

“Questa soluzione consentirebbe ai passeggeri di poter usufruire di un’unica soluzione di trasporto rendendola dunque più efficace e appetibile, con convenienza anche per il gestore del servizio”. Detto in sintesi, si è fatto 30 si faccia 31…