Basile argento al “Grand Prix” di judo di Tiblisi Rio sempre più vicino

Basile Tiblisi

IL sogno iridato di Rio 2016 si avvicina a gran passi per il judoka rostese Fabio Basile, che ieri, venerdì 25, ha conquistato un altro fondamentale bottino di 180 punti per la qualificazione all’evento olimpico della prossima estate. Il 21enne “bitbull” non molla un morso e, dopo aver conquistato la prima medaglia d’oro internazionale nelle categorie senior, non più tardi di un paio di settimane fa in Marocco, a Tiblisi strappa un brillantissimo argento nella tappa georgiana del “Grand Prix” 2016. Impresa non da poco: due medaglie in due gare internazionali consecutive, ma Fabio ha ormai abituato i suoi fan a sorprese di questo tipo. L’ingrediente in più, in questo periodo, è il brivido del punteggio per Rio, che sale di prova in prova, rendendo il sogno ogni giorno più concreto.

Come sempre, anche a Tiblisi, il passo di Basile sul tatami si è fatto subito sentire: il detentore del titolo Under23 categoria 66 chili si è sbarazzato con due yuko e un ippon del serbo Marko Vukicevic. Più ostico del previsto il secondo incontro con lo sloveno Adrian Gomboc, ma Fabio l’ha messo al tappeto con due shido. Il rostese ringrana la marcia, superando i kazaki Zhansay Smagulov e Yeldos Zhmakanov, per sbarcare in una finale tutt’altro che semplice contro il padrone di casa georgiano Vazha Margvelashvili, con, dalla sua, il sostegno del pubblico. Finale bella a combattuta fino all’ultimo minuto, quando Fabio cede l’oro, sorpreso da un waza-ari.

L’argento di Basile si affianca, per quanto riguarda il medagliere azzurro, all’oro in rosa di Odette Giuffrida, testimoni dell’ottima salute del judo italiano.

basile3   basile2