La Batzella denuncia i 50 mila euro spesi in trasferte dagli uffici della sanità Il Piano Prosantè darà 380 mila euro ai nostri Ospedali

Stefania BatzellaStefania Batzella

SUSA – E’ un fiume in piena il consigliere regionale Stefania Batzella, basta guardare il video del Consiglio Regionale, per accertarsene. https://www.facebook.com/StefaniaBatzellaM5SPiemonte/?pnref=story Che la Stefania Cinquestelle sia passionale, ci sta. Che l’argomento, la sanità sia quello che l’ha vista attiva da sempre anche. Questa volta l’argomento era il  piano di cooperazione transfrontaliera Italia-Francia fra l’ASL TO3, l’ospedale di Briancon e la Regione Piemonte in altre parole Prosantè.

La Batzella ha fatto due conti

Attraverso fondi europei, pari a 673 mila euro, dovrebbe favorire la strutturazione di una rete sanitaria condivisa che faciliti un reciproco accesso all’assistenza sanitaria” dice la Batzella “A fronte dei due principali soggetti beneficiari, il Centre Hospitalier di Briancon che attingerà 243 mila euro e l’ASLTO3 a cui sono sono stati attribuiti 380 mila euro. Ho interrogato la Giunta per conoscere in modo più dettagliato il ruolo del terzo beneficiario: la Direzione Sanità Regionale“.

Cinquanta mila euro per spese d’ufficio

I cinquantamila euro attribuiti alla Direzione Sanitaria, che in pratica partono dall’Europa per finire in Regione anziché sul territorio,  serviranno per “trasferte necessarie a consolidare i rapporti”, le “collaborazioni atte a ricercare professionalità adeguate” e le “spese d’ufficio” così dalle parole della Giunta Regionale. La Batzella afferma. “Non solo ci sembrano fumo negli occhi ma a mio avviso dovrebbero essere parte integrante delle ordinarie attività dell’ASL sul territorio“.