Brexit. Daniela Ruffino: “Bene Italia in UE, ma Renzi non sa per fare cosa.” Dichiarazione di Daniela Ruffino (Forza Italia), Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte

daniela ruffino

TORINO – Riguardo il tema Brexit Daniela Ruffino (Forza Italia), Vicepresidente del Consiglio Regionale del Piemonte, dichiara quanto segue: “Stare dentro o uscire dall’Europa? Questa domanda scuote l’opinione pubblica europea, e perfino quella inglese nonostante l’esito referendario. Il governo italiano, come Forza Italia e come la grande maggioranza degli italiani, ha confermato la storica vocazione europeistica del nostro Paese, anche se l’Europa così come è stata organizzata non funziona più e viene percepita dall’opinione pubblica come una palla al piede per le politiche di sviluppo, nella lotta alla disoccupazione e nelle politiche di contenimento e di accoglienza per gli immigrati. Il governo italiano, come ha giustamente ricordato il nostro capogruppo alla Camera, Renato Brunetta, non può accontentarsi di strappare piccole concessioni sull’immigrazione o sulla crescita. Se Renzi vuole stare nella cabina di regia dell’Unione non per scaldare una sedia, deve porre questioni ultimative adeguate alla drammatica svolta del Brexit. I parametri di Maastricht su deficit e debito vanno rovesciati per consentire il loro superamento a tutti quei Paesi che fanno vere politiche di investimenti pubblici e nel campo della ricerca, mentre vanno fatti rispettare a quei Paesi che utilizzano spazi di spesa per concedere mance elettorali.  Renzi non ha purtroppo le carte in regola per avanzare richieste tanto forti ma decisive per il futuro dell’Italia in Europa. Forza Italia non starà alla finestra e la richiesta di un congresso straordinario del PPE, avanzata dal presidente Berlusconi, è la conferma che un’altra Europa è possibile se tutti sapranno riscoprire la forza degli ideali e dei valori per cui stiamo insieme.”