Intervento del NOE Carabinieri a San Sicario: sotto la neve emergono tonnellate di rifiuti ingombranti abbandonati Il materiale abbandonato a cielo aperto deriva dalla demolizione di un albergo in disuso

I Carabinieri del NOE a San SicarioI Carabinieri del NOE a San Sicario

CESANA TORINESE –  Sono stati alcuni sciatori a segnalare ai Carabinieri la presenza di rifiuti ingombranti emergenti dalla neve in discioglimento nei pressi delle piste in località Sicario Alto, in Alta Valsusa, che rischiavano anche di creare incidenti.

L’intervento del NOE

Sul posto sono quindi intervenuti  alcuni giorni fa i militari  del NOE il Nucleo Operativo Ecologico di Torino: al primo sopralluogo proprio a ridosso delle piste di discesa i Carabinieri hanno individuato una grande quantità di rifiuti abbandonati. Si tratta di essenzialmente di macerie da demolizioni murarie, parti di mobili, vetri frantumati, materassi e suppellettili varie e altri rifiuti ingombranti provenienti da una struttura alberghiera in disuso da oltre 10 anni che ormai è in stato di degrado e abbandono e aperta ormai anche al saccheggio.

I rifiuti erano ancora in parte nascosti dal manto nevoso e diversi sciatori, li attraversavano per raggiungere il terrazzo dell’ex albergo per prendere il sole o fare una pausa.

Ora è stato effettuato un secondo intervento che ha permesso, grazie alle temperature miti che stanno sciogliendo del tutto la neve intorno al complesso, di individuare l’esatta estensione e quantità dei rifiuti stessi. Si tratta di alcune tonnellate di materiale anche pericolose non tanto per la natura del rifiuto, piuttosto di evidenziare l’effettivo pericolo per l’incolumità di coloro che accedevano all’area priva di una qualsiasi recinzione .

Allo scopo di impedire l’accesso all’area la proprietà della struttura – una società con sede legale in Veneto –  è stata messa in diffida e le è stato ordinato, in sinergia con il Comune di Cesana Torinese,  di procedere allo smaltimento dei rifiuti presenti nello spiazzo nonché di delimitare l’area con una recinzione al fine di evitare incidenti a chi frequenta la località sciistica.