Carnevale di Alpignano, tanta musica e allegria (LE FOTO)

La sfilata del carnevale di AlpignanoLa sfilata del carnevale di Alpignano

di ALESSANDRO CHIABODO

ALPIGNANO – Ritorna come tutti gli anni la sfilata dei carri di carnevale che questa volta ha interessato via Cavour, via Mazzini e piazza Unità d’Italia, dove si è anche svolta la premiazione. Corteo ricco di colore e musica ma povero di carri, in quanto nello stesso giorno si sono svolti i festeggiamenti di carnevale anche nei comuni limitrofi, limitando così l’affluenza di partecipanti. La processione dei carri ha avuto inizio nel piazzale del centro commerciale in via Cavour alle 14.30 circa, per poi continuare in via Mazzini e piazza Vittorio Veneto dove è stata accolta da due ali di alpignanesi in festa che l’hanno accompagnata fino all’ingresso di piazza Unità d’Italia, sede della premiazione.

I gruppi partecipanti al carnevale di Alpignano

Al carnevale 2017 hanno preso parte in tutto otto gruppi, alcuni con il relativo carro, altri semplicemente sfilando in maschera. Ad aprire la sfilata c’erano i musicisti della Banda Musicale Alpignanese travestiti da “funerale di New  Orleans”, camicie di colore bianco e bretelle, accompagnati dalle “tre vedove” e dallo scheletro. Seguiva il carro del Comune rappresentante un’enorme zucca aperta a metà in cui prendevano posto le maschere di Monsù Cossòt e Madama Cossottera. Poco dopo il Comitato Genitori con le mamme travestite da cuochi e i figli da polipetti dentro i rispettivi passeggini-pentoloni a “cuocere” lentamente. Tra gli altri gruppi si possono ricordare gli “Ultimi Mohicani” del Borgo Sassetto, i “Super Cattivi” a bordo di un carro-castello e i bambini della scuola judo “Kimochi” vestiti da carte da gioco.

La premiazione del sindaco Andrea Oliva

Al termine della sfilata Monsù Cossòt e Madama Cossottera hanno riconsegnato simbolicamente le chiavi della città al sindaco Andrea Oliva, dopodiché ha avuto luogo la consueta premiazione dei migliori gruppi e della migliore maschera singola. Per quanto riguarda i gruppi quest’anno si sono aggiudicati il premio i musicisti della banda cittadina distanziando gli indiani del Sassetto e le mamme-cuoche. Il premio per la maschera singola è andato a un “Uomo prigioniero della Scimmia” che ha evidentemente preso spunto dalla nota canzone di Sanremo. A premiazione finita il sindaco e l’assessore alla cultura hanno invitato tutti i presenti a trascorrere un pomeriggio in allegria grazie all’Associazione Alpini che ha offerto salsiccia e polenta. A conti fatti il sindaco e l’assessore si sono detti soddisfatti della massiccia partecipazione degli alpignanesi che hanno seguito la sfilata, dando così un senso alla decisione di non procrastinare la festa ad una domenica successiva com’era invece successo negli scorsi anni.

Questo slideshow richiede JavaScript.