Cesana: un convegno sul terrorismo transnazionale Alberto Colomb: "Grande soddisfazione per il convegno"

colomb convegno

CESANA – Cesana ha ospitato sabato 6 e domenica 7 agosto il convegno di studio “ La lotta al terrorismo transnazionale: la NATO e il Mediterraneo allargato, quale ruolo per l’Italia? ” organizzato dal Club Atlantico – Torino del  quale Alberto Colomb ha assunto la Presidenza e di cui coordina e promuove, in collaborazione con il Comitato Atlantico Italiano, le attività di ricerca, analisi, formazione ed informazione sui temi di politica estera, difesa, sicurezza ed economia internazionale relativi all’Alleanza Atlantica, in particolare al ruolo dell’Italia nella NATO. Il convegno si è svolto con il patrocinio delle seguenti Istituzioni militari e civili: Stato Maggiore dell’Esercito, Stato Maggiore della Marina Militare, Comitato Atlantico Italiano, Consiglio Regionale del Piemonte, Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, Divisione Diplomazia Pubblica della NATO, Youth Atlantic Treaty Association. In collaborazione con il Comune di Cesana Torinese. Al convegno hanno partecipato autorevoli ospiti che hanno illustrato, durante i due giorni, la situazione geopolitica e strategica dello scacchiere del Mediterraneo e della regione Nord Africa – Medio Oriente, caratterizzata da una permanente e crescente instabilità, hanno fatto il punto sui molteplici aspetti strategici, politici, economici e religiosi della minaccia del terrorismo transnazionale di matrice fondamentalista islamico, in particolare del ruolo assunto nella Galassia Islamica dal Daesh/ISIS (Islamic State of Iraq and Siria). Dopo i saluti introduttivi del Sindaco di Cesana Torinese e la presentazione del convegno, da parte del responsabile organizzativo della kermesse, il Presidente del Club Atlantico – Torino, Alberto Colomb, sono stati aperti i lavori del convegno, hanno preso la parola rispettivamente l’Ammiraglio di Squadra Ferdinando Sanfelice di Monteforte, il Generale di Brigata Massimo Biagini, Comandante della Brigata Alpina Taurinense, il Capitano di Vascello Bruno Scalfaro, Capo di Stato Maggiore della Prima Divisione Navale della Marina Militare e la dott.ssa Laura Quadarella.

 

Nel secondo giorno il convegno è proseguito con la sessione dal titolo ” La Marina Militare protagonista nel Mediterraneo ” dove è stata analizzata dai relatori la funzione della Marina Militare nell’attuale situazione strategica del Mediterraneo, è intervenuto in conference call il Direttore del quotidiano torinese “ La Stampa “ Maurizio Molinari il quale ha illustrato nel suo autorevole intervento la situazione del Daesh nel teatro operativo Siraq e Libia ed infine ha interagito insieme ai relatori in sala rispetto al tema della minaccia terroristica sul fronte interno da parte dei foreign fighters/lone wolf. E’ intervenuto il Comandante Provinciale dell’Arma dei Carabinieri, Colonnello Arturo Guarino, in rappresentanza del Comando Generale di Roma, il quale ha illustrato le modalità operative, di prevenzione e d’intervento in caso di attentati terroristici sul territorio nazionale da parte dei reparti speciali GIS (Gruppo d’intervento speciale) e il fondamentale ruolo dell’intelligence. L’Ammiraglio Sanfelice ha presentato nella sessione conclusiva del convegno il suo volume “ Guerra e Mare, Conflitti, politica e diritto marittimo ” (Mursia ed.) un interessante saggio che affronta la storia del diritto marittimo internazionale raccontando la genesi delle norme e mettendo in luce tutte le zone d’ombra e le lacune che l’attuale evolversi della situazione geopolitica internazionale sta evidenziando.