Chiomonte, non passa il bilancio che verrà riproposto Il sindaco Ollivier: "Tre consiglieri assenti per impegni, nulla di politico"

Il municipio di ChiomonteIl municipio di Chiomonte

CHIOMONTE- E’ successo all’ultimo Consiglio Comunale, il più importante dell’anno: quello del bilancio. Alla maggioranza sono mancati i numeri per far passare il piano economico del paese. Mesiti, Battagliotti e Perol, della maggioranza, hanno dato forfait e così con il solo gruppo misto e la minoranza sono mancati i numeri per l’approvazione. Il sindaco Silvano Ollivier getta acqua sul fuoco: “Semplici mancanze dovute ad altri improrogabili impegni hanno impedito alla mia maggioranza di far passare un bilancio condiviso. Nulla di grave, verrà convocato un altro Consiglio Comunale e la gestione proseguirà senza alcun problema“.

La minoranza

Di diverso avviso la minoranza con Guglielmo, Joannas e Sibille che in una nota diffusa ha dichiarato: “Come gruppo nulla sapevamo a priori di questa situazione, tanto che nella nostra ultima riunione avevamo deciso che, al momento della discussione del bilancio, avremmo abbandonato la sala in gesto di protesta, contro le continue illegittimità compiute dalla Giunta nella procedura di approvazione del bilancio (in ultimo avevamo constatato le proteste scritte del Revisore del Conto per avere ricevuto, e solo a seguito delle sue sollecitazioni, la documentazione del bilancio, su cui doveva rilasciare il prescritto parere, con 28 giorni di ritardo rispetto alla data di approvazione del documento contabile da parte della Giunta. Motivo per cui il parere del Revisore venne depositato agli atti in disponibilità, e non certo per colpa del Revisore, poco più di 24 ora prima della seduta consiliare, in palese violazione rispetto a quanto previsto nel regolamento comunale di contabilità”.

Il futuro

Non è un periodo semplice per il paese di Des Geneys e Levis: il cantiere della TAV, la difficile situazione del Pian del Frais, una maggioranza che ha perso già due consiglieri ed ora il bilancio. il sindaco Ollivier è chiamato ad una prova non semplice nei prossimi mesi. “Sono tranquillo e parte le arrabbiature, normali per chi riveste questo ruolo, sapremo trovare le forze e la idee per portare avanti l’amministrazione di Chiomonte che da anni è sotto pressione” ha detto il sindaco.