A Chiomonte un incontro con la popolazione sulla metanizzazione e le energie rinnovabili Sabato 19 agosto Garbati di Imprend'Oc, il sindaco Ollivier ed esperti del settore illustreranno a Santa Caterina i prossimi interventi e progetti sui due temi.

Roberto Garbati neo Presidente di ImprenD'OcRoberto Garbati neo Presidente di ImprenD'Oc

CHIOMONTE- Chiomonte ImprenD’Oc organizza Sabato 19 Agosto alle ore 20.30 presso la Cappella di Santa Caterina un incontro dal titolo” Proposte per uno sviluppo duraturo e sostenibile – Energie rinnovabili e metanizzazione”

Durante la serata verranno esposti alla popolazione i temi parti integranti del più ampio e ambizioso progetto denominato “Chiomonte 2025” che l’associazione chiomontina, nata essenzialmente per rappresentare le partite iva attive sul territorio, imprese e professionisti, ora allargata anche ai “villeggianti”, sta elaborando grazie ad un finanziamento della Compagnia di S.Paolo.

Il programma prevede un iniziale intervento del sindaco Silvano Ollivier su alcuni temi caldi quali l’accordo con Terna e Iren energia e i rapporti con l’Associazione organizzatrice, con un confronto in merito all’annosa questione della Frazione Frais e dei suoi impianti, il problema dell’usucapione e dei futuri gestori degli impianti sciistici.

LEGGI ANCHE: http://www.lagenda.news/la-dedalo-srl-erede-delle-seggiovie-di-chiomonte-cita-i-proprietari-dei-fondi-sulle-piste-del-frais-per-usucapione/

Verrà certamente toccato anche l’argomento sulla variante di progetto relativa al futuro cantiere di scavo della Torino-Lione, che sarà posizionato a Chiomonte.

La serata proseguirà con l’introduzione di alcuni tecnici  di Iren Energia che illustreranno i progetti sulle energie rinnovabili: il solare, il fotovoltaico, il cippato, il mini idroelettrico, tutte attività propedeutiche all’ottenimento delle tanto discusse compensazioni che, come ormai appare evidente, non possono venire richieste senza presentare dei progetti preliminari.

Esperti di Iren mercato e alcuni professionisti approfondiranno poi il tema della metanizzazione in merito alla rete e alle condizioni contrattuali e commerciali.

La metanizzazione di Chiomonte

Praticamente  rimasto l’unico Comune della Valsusa escluso dalla rete del gas, sostanzialmente Italgas in Bassa Valle e Metan Alpi in in Alta Valsusa che già nel 1990 fece arrivare sino al Colle del Sestriere il gas metano, colleganado la montagna alla rete gas regionale SNAM.

Il Comune di Chiomonte – rimasto isolato per oltre due decenni –  ha fatto la scelta di utilizzare la gran parte dei primi fondi delle compensazioni per la Nuova Linea Torino-Lione per uscire da questo isolamento energetico.

La convenzione tra Regione Piemonte, destinataria del finanziamento CIPE, S.C.R. Piemonte S.p.a. e Comune di Chiomonte per gli interventi nel territorio di Chiomonte per poco più di 4 milioni di  euro è stata registrata nel novembre 2015 dall’Agenzia delle Entrate. Si tratta della prima tranche di fondi per un totale  10 milioni compensativi assegnati ai Comuni di Susa e Chiomonte, con due provvedimenti CIPE datati 2013 e 2014 ai Comuni di Susa e Chiomonte. Poi rimodulati in parte per le vicende politiche del Comune di Susa, che alla fine dell’iter comunque non eseguirà direttamente i lavori, che verranno appaltati come per Chiomonte dalla SCR, la committente regionale. E ovviamente per dare il via all’esecuzione di progetti finanziati con fondi CIPE, che siano compensazioni “della TAV” o altro occorre avere i progetti cantierabili.

metano

Il coordinatore del progetto Roberto Garbati – Presidente di Impren d’Oc – ricorda l’importanza di questi incontri per illustrare i nuovi elementi e le tempistiche necessarie alla realizzazione “L’Associazione ImprenD’Oc ha lavorato fianco a fianco con l’amministrazione comunale per poter presentare un progetto definitivo di metanizzazione che favorisca Chiomonte e le realtà limitrofe, purtroppo per difficoltà burocratiche i tempi di realizzazione saranno più lunghi del previsto , il progetto esecutivo sarà redatto entro il mese di settembre e validato entro ottobre, seguiranno poi le gare e la consegna lavori per aprile 2018. In sintesi per i primi fruitori la consegna dell’opera potrebbe avvenire nella seconda metà nel 2019. “

L’incontro darà la possibilità ai cittadini di porre ai tecnici domande specifiche sui costi e sulle modalità di allacciamento, pertanto è certamente una grande opportunità di confronto e discussione costruttiva.