Chiusura con premiazione del progetto “Sicure di sè” di “Svolta donna” Consegnati gli attestati agli allievi del centro di Avigliana della "Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri"

SicureSè

AVIGLIANA – Si è chiuso sabato mattina, con la cerimonia ufficiale di premiazione e consegna dei riconoscimenti a tutti gli attori coinvolti, il progetto “Sicure di sé” promosso dall’associazione aviglianese “Svolta Donna”, in collaborazione con l’associazione “Progetto Condiviso” e l’amministrazione comunale di Avigliana. Progetto di empowerment femminile, volto a fornire alle donne strumenti per accrescere la sicurezza e quindi la cognizione di sé, concretizzatosi in un corso di autodifesa condotto da istruttori delle associazioni partner “Dojo Karate Mizumi”, “Hung Gar Association” e “Associazione Mingboi”. Partner dell’iniziativa anche il centro di Avigliana della “Fondazione Casa di Carità Arti e Mestieri”, che si è occupato dell’elaborazione degli aspetti comunicativi e promozionali, creando, con l’apporto degli allievi della seconda “Operatore grafico multimedia”, il logo e il volantino del corso di autodifesa.
Concluso il percorso formativo, sabato è stato il momento per i ringraziamenti e le premiazioni, presso la palestra del centro “La Fabrica”, alla presenza dell’assessora Rossella Morra, delle responsabili di “Svolta Donna” Antonella Ferrero e Anna Beccaria, degli istruttori delle associazioni di arti marziali e, per “Casa di Carità Arti e Mestieri”, le due docenti che hanno coordinato il lavoro con i ragazzi della 2ªA: Candida Virano, nelle vesti di tutor del corso e di “Referente regionale per le pari opportunità”, e Laura Lisa, insegnante di tecniche grafiche. Durante la cerimonia, l’assessora Morra ha richiamato le finalità del progetto e ringraziato tutti i partner, consegnando gli attestati di partecipazione agli allievi presenti. Gli ospiti della mattinata hanno potuto ammirare tutti i lavori prodotti dagli allievi della 2ªA, esposti un una piccola mostra, per sottolineare il contributo di tutti, al di là del logo effettivamente scelto.
Una collaborazione importante, quindi, per il Centro aviglianese di “Casa di Carità”, che, nelle intenzioni dichiarate dalla stessa portavoce della giunta aviglianese, proseguirà con altre iniziative in comune con l’obiettivo non solo di mettere in rete, a disposizione del territorio, le competenze professionali degli allievi, ma viceversa, offrire una maggior conoscenza delle risorse e delle tematiche più significative per l’area nella quale vivono.