Ciclolonga 2017: Simone Vergnano domina la cronoscalata; Petrella annuncia il suo stop Quella del 2017 era la 40° edizione

Chiappucci con Petrella e Tedino del Borgonuovo Collegno ai primi di giugno.jpgChiappucci con Petrella e Tedino del Borgonuovo Collegno ai primi di giugno.jpg

SESTRIERE – Con il tempo di 25’57’’60, Simone Vergnano (Cusati Bike Asd), si è aggiudicato la Cronoscalata Pragelato-Sestriere prova inserita all’interno della 40° edizione della Ciclolonga del Sestriere andata in scena domenica 18 giugno 2017 ed organizzata dall’Asd Borgonuovo Collegno. Vergnano ha preceduto nell’ordine il compagno di società Paolo Giraud (26’25’’66) e Fausto Finocchiaro (29’54’’66) del Team Cyclo Asd. Gli atleti iscritti alla cronoscalata di 10,1 km hanno ritirato il chip alla partenza davanti al Palazzo Municipale di Pragelato e sono transitati al traguardo di Sestriere, all’altezza della rotonda di ingresso al Colle dedicata ai Giochi Olimpici Invernali.

40° edizione

La Ciclolonga ha fatto il suo tempo – spiega Carlo Petrella Presidente dell’Asd Borgonuovo Collegno – noi abbiamo rilevato la manifestazione portandola alla 40° edizione. Adesso ci fermiamo. C’è bisogno di un rinnovamento, siamo disponibili a cedere il testimone per un avvicendamento che porti al rilancio della Ciclolonga trasformandola in una prova con caratteristiche più agonistiche in linea con le tendenze del ciclismo odierno. Tornando a quest’ultima edizione, siamo un po’ amareggiati per non essere più riusciti a metterci in contatto con Claudio Chiappucci, testimonial dell’evento, al quale abbiamo dedicato la maglia celebrativa consegnando inoltre come premio il libro a lui dedicato scritto da Beppe Conti”.

Luciano Rizzo

A pedalare assieme ai partecipanti della Ciclolonga anche un ciclista d’altri tempi: Luciano Rizzo sessantasettenne “velocipedista”. Rizzo, in abbigliamento rigorosamente d’antan,  si è unito al gruppo da Porte di Pinerolo sino a Sestriere pedalando in sella ad una Legnano del 1930. Si tratta di una delle prime bici in assoluto a montare il primo cambio brevettato dalla ditta “Vittoria” munito di tendicatena manuale. Per cambiare rapporto ci si doveva fermare, rilasciare il tendicatena e spostare con le mani la catena sul rapporto desiderato e riattivare il tendicatena. Rizzi ha utilizzato il 40-27 per la salita sino a Sestriere avendo a disposizione (girando la ruota) anche un 25 montato sullo stesso asse. Altra peculiarità di questa splendida bici i cerchi in legno che Rizzi, ex atleta amatoriale oggi collezionista, ha dovuto ricostruire in quanto quelli originali erano pericolosamente bucherellati per opera dei tarli. In pratica la sua Legnano del 1930 è un museo itinerante con la quale ha partecipato anche alle ultime edizioni dell’Eroica.

Ciclolonga

La 40° edizione della Ciclolonga si è corsa su due distanze: la Gran Fondo Collegno-Pinerolo-Sestriere-Susa-Collegno  (188 km) e la Medio Fondo Collegno-Pinerolo-Sestriere (93 km). Ad imporsi nella speciale classifica a punti per società è stata la Borgovittoria ASC, seconda la Cusati Bike, terza la Borgonuovocollegno.