Cidiu Servizi contro la dispersione delle “cicche”

cicche

In queste settimane Cidiu Servizi sta distribuendo 15000 posacenere tascabili ai propri dipendenti e ai Comuni soci che provvederanno con modalità e tempi da loro stabiliti a consegnarli ai cittadini interessati. L’Azienda ha acquistato circa 9000 pezzi da distribuire tra i Comuni in base al numero degli abitanti. Alcune amministrazioni comunali, approfittando del basso prezzo unitario dato dalle economie di scala, hanno richiesto una dotazione aggiuntiva di cui si sono fatti economicamente carico. L’iniziativa nasce a seguito dell’entrata in vigore, nello scorso mese di febbraio, delle prescrizioni della Legge 221/2015, detta Green Economy, che introduce sanzioni amministrative pecuniarie (da 30 a 300 euro) per chi abbandona i mozziconi sul suolo, nelle acque e negli scarichi. Con il termine inglese “litter” si intendono tutti quei rifiuti piccoli o medio‐piccoli gettati sconsideratamente sul suolo pubblico che sono diventati un problema che si riflette sulla qualità della vita, sui costi di pulizia e sull’immagine delle Città. I più comuni sono i chewing gum, bottiglie e lattine, confezioni di bevande, pezzi di carta e di vetro, scatole vuote di sigarette, sacchetti, avanzi di cibo, confezioni di alimenti, piccoli imballaggi in genere e, per l’appunto, l’insospettabilmente nocivo mozzicone di sigaretta, la cosiddetta “cicca”. Il mozzicone, che può sembrare una cosa insignificante, infatti, rappresenta una seria minaccia per l’ambiente. Con i circa 13 milioni di fumatori e 72 miliardi di sigarette consumate ogni anno in Italia la piccola “cicca” diventa invece un’importante fonte di inquinamento. A partire dal filtro che, costituito da acetato di cellulosa, si degrada in circa 2 anni, ma non è biodegradabile. È uno studio dell’ENEA del 2010 che ha evidenziato il potenziale nocivo dei mozziconi di sigaretta: 324 tonnellate di nicotina, 1800 tonnellate di composti organici volatili, 21,6 tonnellate di gas tossici, 1.440 tonnellate di catrame e condensato, 12.240 tonnellate di acetato di cellulosa (filtri) e 1.872 milioni di Bq di Polonio‐210. “C’è di che spaventarsi! L’obiettivo che ci siamo posti con la consegna di questi gadget – dice l’Amministratore Unico di Cidiu Servizi spa, Giovanni Demarcoè sensibilizzare i fumatori offrendo loro un’opportunità per evitare l’abbandono dei mozziconi anche quando si trovano in luoghi dove non ci sono posacenere a disposizione. È un tentativo per ridurre il numero delle “cicche” abbandonate e migliorare il decoro urbano e la pulizia delle strade e delle piazze”.

I posacenere tascabili verranno diffusi anche in occasione dei prossime attività sul territorio con lo stand Cidiu, di cui sarà data notizia attraverso il sito web aziendale http://www.cidiuservizi.to.it.