Circolava a bordo della vettura revisionata cinque anni fa La carta di circolazione non ha ingannato la Polizia locale

audi-80

ORBASSANO – Un ordinario posto di controllo, come oramai la locale polizia fa da tempo con l’ausilio della nuova apparecchiature per segnalare assicurazioni e revisioni scadute, ha fermato ieri una Audi 4 la cui  revisione risultava scaduta.
Il quarantacinquenne della zona alla guida  ha però regolarmente esibito i documenti secondo i quali  una regolare revisione era stata effettuata nel 2015.
Vista l’incongruenza tra quanto rilevato dalla di circolazione e da quanto segnalato dalla apparecchiatura, si procedeva tramite la centrale operativa ad un controllo diretto alla banca dati della motorizzazione, che confermava l’ultima revisione risalente al 2011.
A conferma di cio, un attento esame del contrassegno della revisione attaccato alla carta di circolazione, faceva emergere alcuni irregolarità che ne confermavano la sua falsità.
Pertanto, si procedeva alla contestazione amminstrativa per esibizione di falsa attestazione di revisione e per omessa doppia revisione, per un totale di circa 800euro.
Altresì, il conducente veniva deferito all’autorità giudiziaria per falsità in atti relativa per l’appunto alla falsa attestazione di revisione apposta sul libretto.
Sono in corso ulteriori indagini di PG al fine di capire se si tratti di un fatto isolato con responsabilità diretta della persona fermata o se da ricollegarsi, come già successo in passato, a persone e/o organizzazioni che dicono di occuparsi loro di fare le revisioni, offrendo ovviamente un prezzo più basso del costo originale di una revisione, e poi di fatto non la fanno e generano delle attestazioni di revisioni per la carta di circolazione, ovviamente false.