Alla Cisalpina di Rosta in 26 a rischio licenziamento senza condizioni di crisi La consigliera Frediani chiede alla Regione Piemonte deve far sentire la propria voce

Cisalpina a RostaCisalpina a Rosta

ROSTA – Licenziamenti, servizi affidati ad aziende esterne e gli altri lavoratori indotti a fare straordinari è quanto denunciato in una nota dalla consigliera regionale Francesca Frediani, riguardo la situazione occupazionale alla Cisalpina Tours nella sede di Rosta. Sarebbero ventisei i lavoratori che rischiano il posto di lavoro e nel frattempo scrive la Frediani “vengono esternalizzati incarichi ad aziende con sede in Albania e gli addetti al booking svolgono ore su ore di straordinario“.

La Regione Piemonte

La Regione Piemonte deve far sentire la propria voce e convocare i vertici aziendali sostenendo le richieste di lavoratori ed organizzazioni sindacali. – scrive la grillina- Queste operazioni condotte da Cisalpina, che più volte negli ultimi anni ha usufruito di fondi pubblici ricorrendo ad ammortizzatori sociali, non sono dovute in alcun modo alla crisi ma, semplicemente, mirate a fare maggiore profitto. Il tutto con la regìa di MSC, proprietaria di Cisalpina, società con sede in svizzera e proprietaria di 13 navi da crociera”.

Il gruppo Cinquestelle in Regione chiederà all’assessore regionale al Lavoro Pentenero d’intervenire ed aggiornare il Consiglio regionale sull’evolversi della vicenda. Dalla sede di Cisalpina, cercata nel pomeriggio, si attende una dichiarazione del capo del personale.