Coazze forse chiederà lo stato di calamità naturale Con le piogge numerosi gli interventi nella zone di montagna

coazze municipio 2

COAZZE – Tutto il territorio di Coazze è stato interessato da fenomeni di dissesto franoso, cedimenti spondali, crolli ed esondazioni di torrenti, canali e bealere, determinati dall’evento idrometeorologico intenso con piogge abbondanti che si sono riversate sul Piemonte a partire dal 22 novembre. Forze l’amministrazione richiederà lo stato di calamità naturale. Dicono dal comune: “Considerata l’entità dell’evento alluvionale, si presume che i danni sarebbero stati di ben lunga superiori per consistenza e gravità, se negli ultimi anni non fossero stati attivati interventi costanti di manutenzione delle strade di montagna e in particolare di cura dei canali di scolo, mediante la loro pulizia o la realizzazione, dove non presenti. Bisogna infine segnalare che il territorio nel suo complesso, a seguito di tale contesto idrometeorologico ed essendo il suolo intriso di acqua”.

L’Amministrazione ha immediatamente attivato interventi urgenti di rimozione dei detriti e di messa in sicurezza delle strade comunali, inoltre, già nella giornata di ieri, una squadra, costituita dal responsabile dei lavori pubblici, un amministratore, un geologo volontario, un geologo designato dall’amministrazione e un dottore forestale hanno censito i dissesti e cominciato a fare una prima stima dei danni.