Ripristinare il collegamenti ferroviario con treni regionali Bardonecchia-Modane? Si può fare Su proposta dei consiglieri Gallo e Ferrentino il Consiglio Regionale ha approvato la mozione dei due consiglieri del PD

La stazione ferroviaria di ModaneLa stazione ferroviaria di Modane

TORINO – Le Ferrovie hanno effettuato i test, l’accordo con i francesi c’è, ma per ridare il via al collegamento ferroviario Torino-Bardonecchia-Modane, riportando i treni regionali del SFM3 in Maurienne, dall’altro lato del vecchio tunnel del Frejus, manca ancora un passo. Le risorse.  Ricordiamo che oggi il servizio passeggeri ferroviario tra Bardonecchia e Modane viene effettuato unicamente dalle tre coppie convogli TGV che ogni giorno si fermano nelle due stazioni di Modane e Bardonecchia.

Ieri si è fatto un ulteriore passo avanti: il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato infatti con voto bipartisan la mozione presentata dal Gruppo Consiliare PD, con primi firmatari i consiglieri Antonio Ferrentino e Raffaele Gallo, nel quele si chiede di attivare un  nuovo programma di esercizio ferroviario sulla linea storica Torino-Bardonecchia- Modane.
Ci sarebbero ancora da mettere a punto poi due questioni, m ala soluzione è vicina. La prima di carattere di programmazione di orari, non essendo consentito il transito nel vecchio tunnel per motivi di sicurezza di treni passeggeri con incrocio di altri di convogli. La seconda di sicurezza e controllo delle frontiere, stante ormai sia  l’allerta terrorismo che il controllo dei flussi immigratori clandestini, che hanno de facto , superato da un po’ di tempo gli accordi di Schengen ali confini fra i due Paesi.

“Con la mozione votata ieri – dicono i due esponenti del Partito Democratico – abbiamo chiesto alla Giunta di ripensare il collegamento con un’area turistica di importanza internazionale, non solo in funzione dei passeggeri della neve, ma anche dei pendolari che quotidianamente usano il treno per recarsi al lavoro o a scuola, avviando in tempi rapidi l’esercizio sulla tratta ferroviaria Torino – Modane di almeno 6 coppie di treni con cadenza giornaliera ed il ripristino del servizio di bigliettamento presso le stazioni di Oulx, Bardonecchia e Modane. In assestamento di Bilancio è anche stato previsto lo stanziamento dei fondi per il 2017 per l’introduzione di abbonamenti agevolati per gli studenti under 26, già approvato dalla Giunta nelle scorse settimane”.

Nel frattempo per far fronte al restlyling delle stazioni di Oulx e Bardonecchia sono già stati stanziati dalle Ferrovie circa 4 milioni di euro, che porteranno entro il 2018 a offrire servizi di qualità e con maggior sicurezza anche in tema di controlli e vigilanza, com eseganlato e richiest da utenti e amminsitratori locali.

“E’ stato un iter lungo che – concludono i consiglieri che si sono attivati sulla questione – in seguito a numerosi incontri con i sindaci dei Comuni interessati e con i referenti di Rfi, Trenitalia e dell’Agenzia per la mobilità e l’Assessorato regionale ai trasporti, che ha finalmente portato a dare risposte a chi da tempo chiedeva servizi più efficaci e tempestivi. In fondo la linea Torino-Modane in passato era considerata strategica per i collegamenti tra Italia e Francia e riteniamo che sia importante anche per il turismo ripotarla agli antica efficienza e migliorarla”.