Collegno, 10 milioni per la scuola Matteotti e università

Collegno investe sulla scuolaCollegno investe sulla scuola

COLLEGNO – Una cifra importante per il sistema scolastico collegnese. Sono in tutto 10 milioni i soldi che verranno investiti per la scuola Matteotti e per il polo universitario che si installerà alla Certosa Reale. 4 milioni per il primo progetto e 6 milioni per il secondo, un investimento consistente che fa di Collegno una città che “Guarda al futuro”.

Gli investimenti

Per la scuola Matteotti, situata a Borgata Paradiso, è ora di rinnovarsi, per garantire la sicurezza di un edificio scolastico moderno, a tutti gli studenti. “La scuola ha più di cinquanta anni, non è funzionale per il lavoro didattico degli insegnanti, c’è poco spazio e i corridoi sono stretti – afferma l’assessore Matteo Cavallone -. A livello storico è l’unica scuola progettata dallo stato. Il motivo per cui la rifacciamo è per fare una scuola bella e innovativa, che abbia poca dispersione energetica, per fare in modo che la manutenzione diminuisca, per avere una scuola all’avanguardia e una palestra che accolga le associazioni sportive. Sostanzialmente un altro servizio che si dà alla città”. A breve, però, la città di Collegno, diverrà un nuovo polo universitario. La Certosa Reale, infatti, ospiterà, a partire dal 2018, nuovi studenti e facoltà. La fermata della metropolitana faciliterà l’arrivo degli studenti per raggiungere la nuova sede universitaria. I 6 milioni di euro, provenienti dal Progetto Periferie, verranno utilizzati per far trasferire la facoltà di scienze motorie a Collegno. “Tutto questo ci dà l’opportunità di guardare al futuro, oltre che al recupero di uno straordinario patrimonio liberato 40 anni fa con l’abbattimento del muro – ha dichiarato il sindaco Francesco Casciano -. Questo è il futuro. Questo è il nostro impegno. Le difficoltà sono tante e gli interventi costosi, ma i progetti per il futuro della città sono grandi”.

Un milione di euro per la sicurezza nelle scuole

I soldi per garantire la sicurezza degli edifici scolastici, però, non si limitano alla ristrutturazione della scuola Matteotti. Entro fine agosto, infatti, termineranno i lavori in diverse scuole collegnesi per un totale di 1 milione di euro. “Si tratta di lavori importanti – spiega l’assessore alla Qualità della Città e Mobilità Sostenibile Valentino Romagnolo – che riguardano sia l’efficientamento energetico, cioè la modifica di alcune caratteristiche dell’edificio con l’obiettivo di risparmiare energia, sia la manutenzione, ad esempio sui serramenti e sui sanitari, oltre all’adeguamento alle nuove normative, come dimostrano i lavori di antisfondellamento effettuati sui solai”. I lavori saranno così suddivisi in base alla manutenzione necessaria. Dalla tecnologia Opticom, la sostituzione di serramenti, gradinate, l’inserimento di nuove classi, all’efficientamento energetico, ai manti di copertura e all’antisfondellamento dei solai, a settembre gli alunni di quattordici scuole della città troveranno un edificio rinnovato, più sicuro e moderno.