Collegno, alla Certosa un Centro Nazionale di formazione per insegnanti "Un rafforzamento della centralità culturale"

Porticato sud della Certosa RealePorticato sud della Certosa Reale

COLLEGNO – La città di Collegno sempre più a misura di studente. Attive da anni le collaborazioni e le ricerche che coinvolgono il mondo della scuola, ora è giunto l’accordo tra la città e l’Università di Torino. La Certosa Reale non ospiterà più solo il campus universitario ma anche il primo Centro Nazionale per la formazione dei nuovi insegnati.

Il Centro alla Certosa

Un obiettivo concreto che trasforma la Certosa Reale in un vero e proprio ambiente scolastico. “Il prossimo anno sarà molto importante per il rafforzamento della centralità culturale del complesso della Certosa Reale: da noi ha già trovato sede l’Università di Torino con il corso di laurea in Tecniche della prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoro con annesse residenze per gli studenti”, spiega il Sindaco Francesco Casciano. In un prossimo futuro, invece, potrebbero approdare anche i corsi di laurea di Scienze per la formazione primaria, ma soprattutto il Centro Nazionale per la formazione primaria. Inoltre, con il finanziamento del “Progetto Periferie” è previsto il recupero dei Laboratori Arti e Mestieri dell’ex ospedale da destinare alle attività del Suism (Scuola Universitaria Interfacoltà di Scienze Motorie). Un progetto che ha incontrato anche il favore del rettore dell’università di Torino. Dei 90.000 metri quadrati della Certosa Reale ad oggi vengono utilizzati 70.000, ovvero più di due terzi del complesso. “La sfida dei prossimi anni è completare un recupero prudente e sostenibile degli ultimi 20.000 mq“, conclude il sindaco Casciano.