Collegno, l’amministrazione incontra i cinque progettisti di “Imprenditori in Collegno” Il Sindaco Casciano: "Le nuove idee vengono riconosciute e appoggiate nel loro percorso di crescita"

collegno

COLLEGNO – “Le nuove idee e il coraggio imprenditoriale vengono riconosciuti e appoggiati nel loro percorso di crescita”, dichiara il sindaco di Collegno Francesco Casciano che, nei giorni scorsi, ha incontrato, insieme al Vice Sindaco e assessore al lavoro Antonio Garruto, i cinque progettisti finalisti del bando “Imprenditori in Collegno”, destinato a progetti imprenditoriali da sviluppare sul territorio ideati da cittadini tra i 18 e i 55 anni.

Scelti tra i dodici progetti presentati, ora si passerà allo step successivo, con l’approvazione definitiva del progetto da parte del Mip.

Collegno gode di un patrimonio di giovani idee che hanno iniziativa che meritano di essere sostenute – prosegue il Sindaco Francesco Casciano, esprimendo – apprezzamento per i progetti presentati che rispondono alle nuove esigenze dei cittadini affiancando quelle realtà commerciali, culturali o di servizi alla persona che già esistono e che possono essere sostenute con le nuove intuizioni imprenditoriali favorite da bandi come “Imprenditori in Collegno”. Ciò che è necessario è intercettare i bisogni, geolocalizzare il progetto affinché si collochi nel tessuto territoriale più sensibile”.

I progetti presentati, di cui quattro proposti da giovani donne, hanno finalità diverse tra loro. È stata, di fatto, avanzata la proposta di una libreria didattica per bambini da 0 a 10 anni, gestita da una psicologa e da un’attrice, ma anche l’idea di un baby parking in condominio, dedicato ad un gruppo di massimo dieci bambini, garantendo assistenza e attività ludico-motorie. Tra i progetti anche uno dedicato a chi ama i dolci, perché una delle idee è creare un laboratorio di pasticceria nazionale e internazionale, coniugata all’utilizzo di una stampante dolciaria 3D in grado di realizzare forme adatte ad ogni fantasia. Sempre nell’ambito della cucina, uno dei progetti si incentra sulla gastronomia artigianale con specialità nella cottura della pasta al momento della richiesta, condita e ideata, dunque, secondo i gusti che più aggradano i clienti. Dedicato, invece, a chi ha delle difficoltà di deambulazione e alle loro famiglie è il progetto denominato “AbileQui”, il cui fine è aiutare ad affrontare la complessità all’adattamento dell’ambiente domestico, con il superamento delle barriere architettoniche.

Per ciascun progetto il Comune di Collegno stanzierà 7000 euro.

La risposta ottenuta dall’iniziativa, che si colloca nell’offerta più ampia delle politiche attive per il lavoro della Città, è soddisfacente perché testimonia la voglia di giovani e meno giovani di mettersi in gioco, prendendo in mano i propri sogni, le ambizioni e idee per investirli in concreti progetti di imprenditoria e di auto-impiego – aggiunge l’Assessore al Lavoro Antonio Garruto. – Chi sceglie di investire su sé stesso deve essere incoraggiato a provare. Per questo il  progetto è strutturato in  un percorso di sostegno e orientamento per  valutare  rischi, vantaggi, difficoltà ,  possibilità e capacità di realizzazione, attraverso la redazione del business plan. Perché un progetto può essere accattivante ma poi nella pratica di difficile realizzazione. Il bando “Imprenditori in Collegno” fornisce la possibilità di provare a realizzare in maniera consapevole il proprio sogno imprenditoriale”.

collegno-1 collegno-2