Compensi: Plano con due incarichi 450 euro un usciere della Camera 14.480 Pubblicato il rapporto costi politica dalla UIL

sandro plano 4

E’ stato pubblicato dal sindacato Uil il rapporto costi della politica. Tra diretti e indiretti ciò che spende lo Stato ha speso l’anno scorso è pari a 23,2 miliardi di euro, tra funzionamento d’organi istituzionali, società pubbliche, consulenze e costi derivanti dalla “sovrabbondanza” del sistema istituzionale. Nel dettaglio, per il funzionamento degli Organi Istituzionali dello Stato Centrale  si stanno spendendo oltre 6,1 miliardi di euro, per le consulenze 2,2 miliardi di euro e per il funzionamento degli organi delle società partecipate, 2,6 miliardi di euro per altre spese come auto blu, personale di “fiducia politico”. Una somma pari a 757 euro medi annui per contribuente, che pesa l’1,5% sul PIL. Sono oltre 1,1 milione le persone che vivono direttamente, o indirettamente, di politica, il 5% del totale degli occupati nel nostro Paese. Un esercito al cui vertice ci sono oltre 144 mila tra Parlamentari, Ministri, Amministratori Locali di cui 1.041 Parlamentari nazionali ed europei, Ministri e Sottosegretari; 1.270 Presidenti, Assessori e Consiglieri regionali; 3.446 Presidenti, Assessori e Consiglieri provinciali; 138.834 Sindaci, Assessori e Consiglieri comunali. A questi si aggiungono gli oltre 24 mila consiglieri di amministrazione delle società pubbliche; oltre 45 mila persone negli organi di controllo; 39 mila persone di supporto degli uffici politici (gabinetti degli organi esecutivi nazionali e locali, segreterie di Ministri, Sindaci, Presidenti di Regioni e Province, Assessorati ecc.). Inoltre, sono 324 mila le persone di apparato politico (“portaborse”, collaboratori gruppi parlamentari e consiliari, segreterie partiti, collegi elettorali, ecc.) e 545 mila coloro che hanno contratti di consulenze e incarichi. Per i soli uffici di Renzi sono stati spesi 458,6 milioni di euro, pensate ben 15 euro per contribuente! Così in tutto questo uscir di soldi ecco che si è risparmiato sulle piccole indennità. Giusto direte voi, però a guardare le previsione di spesa per il capoluogo di valle si scopre che il primo cittadino di Susa percepirà 913 mensili lorde. Il suo vice 456 e un assessore 410. Non certo compensi da nababbi, perché se poi togliete le tasse, il buon Sandro Plano per fare il sindaco a Susa e il presidente dell’Unione dei Comuni è tanto se arriva a 450 euro. Sapete quanto guadagna un usciere della Camera dei Deputati? 14.480 euro lordi al mese.