Con la stagione invernale torna il progetto dell’ASL3 “Montagne Olimpiche”

bardonecchia campo smith 3

Avviato sperimentalmente lo scorso anno, il progetto di riordino stagionale dell’assistenza sanitaria di base  denominato “Montagne Olimpiche” e attivato nelle stazioni dell’Altas Valle Susa è stato accolto ed utilizzato con favore sia dalla popolazione residente sia dai turisti, che dai lavoratori stagionali del Comprensorio: al al numero verde  si sono rivolti circa 3.000  utenti dei quali   2.154  sono state visitati a domicilio o ambulatorialmente pressi i presidi ambulatoriali  di base: medici di famiglia e  Guardia medica, delle aree territoriali interessate.

In parole povere il progetto consente nel potenziamento dei servizi di base, accessibile anche ai lavoratori stagionali oltre che ai clienti del sistema turistico locale,  oltre aal potenziamnto della Guardia Medica in tutto il Comprensorio montano delle Valli Olimpiche.

Da quest’anno, a seguito dell’analisi sulle fasce orarie di maggiore fruizione del servizio viene  ampliato l’orario di  accesso , viene estesa l’attività  ambulatoriale  al Comune di Claviere ed  organizzata una  formazione aggiuntiva per i Medici del Servizio sugli interventi indifferibili in età pediatrica. e la novità più attesa è che tutti i residenti dell’Asl3 potranno  fruire del servizio a titolo gratuito. Quindi non sol quelli residenti  in uno dei Comuni dell’area  interessata,  mentre i turisti pagheranno le quote previste negli accordi nazionali, pari a 25 euro, per le visite ambulatoriali e 50 euro per quelle domiciliari.

L’accesso al servizio si ottiene attraverso  il numero verde 800508745 : un accesso  non più frazionato  su 4 numeri com’era in passato, grazie ad  una centrale operativa collocata presso il poliambulatorio di Oulx che opera  in rete con le altre sedi del servizio, cioè  Bardonecchia, Cesana, Claviere, Sestriere.

La stagione turistica viene suddivisa in giorni rossi, quelli di maggiore affluenza agli impianti sciistici con  rafforzamento dei turni , ed in giorni “verdi”  tutti gli altri giorni della stagione. L’accordo è frutto di una sinergia fra amministratori, gestori della Sanit e va incontro alle richieste degli utenti e degli operatori turistici, coinvolti anche con i loro dipendneti stagionali, che in gran parte arrivano da fuori zona.

“Siamo consapevoli ha dichiarato il Dottor Flavio Boraso – Direttore Generale dell’ASL TO3 – della valenza internazionale che contraddistingue il Comprensorio sportivo delle Valli Olimpiche delle Alte Valli Susa e Chisone, circostanza che  ci induce  a dedicare a quest’area le attenzioni che merita nella logica comune di “fare squadra” per i nostri territori. Al riguardo intendo  ringraziare i Sindaci e gli Operatori sanitari coinvolti   per la costante collaborazione ricevuta nel primo anno di sperimentazione di questo progetto che ora si sta consolidando.

Gli  interlocutori  sono  i residenti, gli stagionali ed i turisti: a tutti dobbiamo assicurare un’assistenza  qualificata e coordinata,  facile da raggiungere, gratuita per i primi  ed a pagamento”calmierato”  per i turisti anche per disporre delle risorse necessarie a rafforzare la presenza medica nei festivi senza  significativi oneri aggiuntivi per il Sistema Sanitario Pubblico. Peraltro il progetto fa parte  della strategia di spostare i servizi dove effettivamente si maturano le necessità  e non viceversa, ed è ciò che stiamo facendo in Val Susa e nelle altre Valli montane  in piena  sinergia con tutte le istituzioni del territorio”.  

L’iniziativa è già stata presentata  nello scorso fine settimana agli operatori a Cesana e l’incontro verrà ripetuto il 25 novembrre a Bardonecchia. L’ASL3 con questo progetto – oggi una realtà non più sperimentale – va incontro  alle esigenze di una popolazione  di  oltre  10.000 residenti di area disagiata , alla quale si aggiungono circa 12.000 lavoratori stagionali, e almeno 150.000 fra  turisti e sportivi  che frequentano l’area in alta stagione.  Un esempio di come senza significativi costi aggiuntivi, ma con uno sforzo organizzativo  sinergico di tutti gli attori, a partire dagli operatori della sanità, si possa qualificare i servizi e la sicurezza di un’area fortemente turistica.

 “Sono flice di ripetere e migliorare l’esperienza per il secondo anno “ – ha detto il Presidente dell?Unione Montana Comuni Olinmpici Via Lattea Valter Marin “ un servizio di Assistenza sanitaria in montagna ed in particolare in una realtà turistica come il Comprensorio della Via Lattea,  è indispensabile per i residenti, gli operatori ed i turisti internazionali che sono sempre più attenti alla qualità dei servizi sanitari per scegliere la propria meta turistica”.

Soddisfatto anche Francesco Avato, Sindaco di Bardonecchia: “Questo progetto è motivo di soddisfazione  perché costituisce una rassicurazione in più e  rappresenta una componente di servizio aggiuntiva  di rilevanza essenziale  non solo per il vivere quotidiano, quindi per i residenti,  ma come valore aggiunto  nell’offerta turistica e sportiva  locale.” 

I recapiti ed orari di accesso agli ambulatori saranno i seguenti : 

Oulx– C.so Torino, 37
tutti i giorni: dalle 20.00 alle 8.00 del mattino successivo
sabato e prefestivi: dalle 10.00 alle 20.00
domenica e festivi: dalle 8.00 alle 20.00
Bardonecchia – Via Garibaldi, 1
prefestivi e festivi dalle 14.00 alle 19.00
Cesana Torinese – Via Pinerolo, 0
prefestivi e festivi dalle 11.00 alle 14.00
Claviere – Via Nazionale, 30
prefestivi e festivi dalle 9.00 alle 10.30
Sestriere – Piazza Fraiteve, 1
prefestivi e festivi dalle 15.00 alle 19.00

Nei giorni “rossi” ad alta affluenza turistica” dal 7 all’11 dicembre e dal 24 dicembre 2016 all’8 gennaio 2017, dall’11 febbraio al 5 marzo  e in tutti i week-end :
Oulx – tutti i giorni h24/h24
Bardonecchia –  prefestivi e festivi: dalle 9 alle 19
Cesana – prefestivi e festivi: dalle 12 alle 17
Claviere – prefestivi e festivi: dalle 9 alle 10.30
Sestriere -prefestivi e festivi: dalle 9 alle 19