Concerto “Doc” nella chiesa di Novalesa

Concerto a NovalesaConcerto a Novalesa

di LODOVICO MARCHISIO

NOVALESA – A volte i veri artisti si celano nell’ombra perché essendo umili, non si avvalgono di pubblicità e di “scoop” che li facciano notare. Ebbene Francis Buffile e Pierre Allio (figure molto rappresentative dell’AASAA, Francis come presidente e Pierre come segretario, tesoriere), hanno incontrato casualmente i tre artisti di cui parleremo, in un ristorante a Sanfront, in Alta Valle Po, dove è raro avviare una conversazione con il vicino di tavola perché in qualunque luogo pubblico, tra sconosciuti, ci si saluta appena con un timido cenno. Ma Francis e Pierre intravedono a due tavoli da loro una coppia con il figlio e iniziano empaticamente una conversazione per “la massima” che non ci s’incontra mai per caso. Così scoprono una famiglia di musicisti ed essendo stati subito conquistati, li hanno invitati domenica 5 febbraio a Novalesa nella Chiesa Parrocchiale di Santo Stefano, luogo perfetto come acustica e  spiritualità per una grande esecuzione musicale e, dove per l’appunto si è svolto il concerto del loro terzetto chiamato “Trio Sara” composto di padre, madre e figlio: al clarinetto Massimo Ferraris, all’arpa Fernanda Saravalli e alle percussioni il figlio sedicenne Alessandro Ferraris. L’evento è stato organizzato col patrocinio del Comune di Novalesa, dall'Associazione "Arte, Cultura e Tradizioni a Novalesa in Val Cenischia” della quale lo stesso Francis Buffille è anche direttore, dagli Autori Associati della Savoia e dell'Arco Alpino (AASAA) nelle persone di Francis Buffille e Pierre Allio e con la collaborazione dell’ANA locale (Associazione Nazionale Alpini), del Museo nella persona di Rita Picone, della Pro Loco e l’AIB (Associazione Incendi Boschivi). Presenti il sindaco di Novalesa Tullio Faletti e il parroco Don Luigi Crepaldi che ha concesso l’uso della chiesa per l’esibizione e ha avuto parole di encomio, seguito dall’applauso del pubblico che ha confermato il talento di questa famiglia di artisti. Ma chi sono questi tre personaggi? Nella vita Fernanda e Massimo sono moglie e marito. Il loro gruppo “il Duo Sara” è nato sui banchi di scuola nel 1984. E poi, dall’amore dell’arpa e del clarinetto, è nato il figlio Alessandro. Cullato dall’infanzia da genitori musicisti, è cresciuto con la musica nel sangue e quindi anche lui ora fa parte del trio come percussionista. E così, il “Duo Sara” è diventato il “Trio Sara” che vanta ormai trent’anni di attività, spaziando nei più svariati ambienti musicali, dai “concerti aperitivo” agli intrattenimenti per conferenze, manifestazioni varie ed inviti da parte d’importanti enti ed associazioni italiane ed estere con esibizioni al teatro Carlo Felice di Genova, al teatro Romolo Valli di Reggio Emilia, al Piccolo Regio di Torino, al “Bologna Festival”, all’accademia strumentale “Aldo Bonfanti”, etc. Il repertorio del trio copre circa tre secoli di musica, giostrato fra brani originali e molte trascrizioni, essendo la letteratura piuttosto scarsa per tale formazione, comprendente brani in duo, in trio ed esecuzioni solistiche, senza tralasciare qualche proiezione nel repertorio leggero (colonne sonore da film e brani celebri americani dell’immediato dopoguerra). Nella cattedrale di Novalesa è stato presentano un programma molto ricco e variato o meglio un viaggio in musica attraverso due secoli, cominciando dal XIX° secolo del periodo romantico, per proseguire nel XX° secolo e finire ai giorni nostri.