Concluso il raduno Fisi degli atleti dello sci alpino del Comitato Alpi Occidentali in ritiro a Sestriere e Bardonecchia Le eccezionali condizioni climatiche non consentono la preparazione degli atleti sui ghiacciai

atleti-fisi-aoc

SESTRIERE/BARDONECCHIA Le alte temperature hanno costretto alla chiusura delle piste del ghiacciaio delle Deux Alpes e al conseguente annullamento dell’appuntamento di preparazione  in programma dal 1° al 5 agosto sostituito da un raduno atletico da venerdì 4 a domenica 6 a Sestriere e a Bardonecchia.

Al raduno hanno collaborato il centro Hilab di Sestriere, Coregym e Freestyle Academy di Bardonecchia e l’hotel Chaberton di Cesana, gli allenatori della squadra femminile Alberto Platinetti e della squadra maschile Marco Gullino, coadiuvati dal tecnico Alessandro Roberto – anche quest’anno distaccato dal Centro Sportivo Esercito di Courmayeur – hanno impostato il lavoro di valutazione tecnica degli atleti e di allenamento a secco.

Fra le atlete e gli atleti convocati della Valsusa per lo stage atletico c’erano:

  • Sara Allemand (Bardonecchia)
  • Charlotte Audibert (Golden Team Ceccarelli)
  • Veronika Calati (Ski Team Cesana)
  • Valentina Eydallin (Bardonecchia)
  • Carola Gardano (Sestriere)
  •  Daniel Allemand (Bardonecchia)
  • Matteo Franzoso (Sestriere)
  • Gabriele Casalino (Claviere)

Venerdì’si sono svolti i test atletici a Sestriere ed alcune prove di atletica sulla pista adiacente al Palasport. Sabato 5 nella piscina di Bardonecchia le atlete e gli atleti del Comitato FISI Alpi Occidentali hanno sperimentato per la prima volta il Fit Padding (o Fit Paddling), una nuova disciplina che si basa sui principi della propriocettività, con esercizi specifici ispirati al fitness e al movimento del paddling.

Tutti gli esercizi vengono eseguiti su una tavola galleggiante, la Fitness Board. L’esercizio svolto in costante propriocettività obbliga un coinvolgimento muscolare completo durante ogni fase del movimento, migliorando resistenza e forza, oltre che equilibrio, coordinazione e postura. Gli esercizi svolti sulla Fitness Board evitano sovraccarichi muscolari e articolari; un aspetto che rende il Fit Paddling idoneo anche per un’ attività di riabilitazione. Sono seguiti un lavoro in sala pesi per il rafforzamento dei muscoli addominali, esercizi per migliorare la core stability ed esercizi acrobatici presso la Freestyle Academy.

Nella giornata conclusiva a Sestriere è proseguito il lavoro in palestra per migliorare la coordinazione motoria. “Dopo i primi allenamenti in ghiacciaio e gli allenamenti a secco tutti i nostri atleti appaiono in buona forma. – commentano gli allenatori Alberto Platinetti, Marco Gullino e Alessandro Roberto ora siamo in attesa dell’evoluzione delle condizioni climatiche e meteorologiche per capire dove potremo tornare ad allenarci sui ghiacciai per rifinire la preparazione”.

Nella gallery: alcuni momenti degli allenamenti ( Foto FISI AOC )

Questo slideshow richiede JavaScript.