Il castello di Condove rivive tra guide, curiosi e Vox Condoviae (LE FOTO) Riuscita la Giornata del Patrimonio Archeologico della Valsusa

Vox Condoviae di CondoveVox Condoviae di Condove

CONDOVE – E’ ritornata, per l’ottavo anno, la Giornata del Patrimonio Archeologico della Valsusa, organizzata dal piano di valorizzazione “Valle di Susa. Tesori di Arte e Cultura Alpina” in collaborazione con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Torino.

Oggi, domenica 24 settembre, sono state quattordici le località coinvolte, con visite guidate gratuite ai principali siti archeologici valsusini, alcuni dei quali accessibili solo per l’occasione. L’iniziativa si è svolta in concomitanza con #GEP2017, le Giornate Europee del Patrimonio, manifestazione promossa nel 1991 dal Consiglio d’Europa con l’intento di potenziare e favorire il dialogo e lo scambio in ambito culturale tra le Nazioni europee. Con la Giornata del Patrimonio Archeologico la Valsusa sarà nuovamente protagonista di questo racconto corale che rende l’idea della dimensione diffusa del patrimonio culturale sul territorio nazionale ma anche dell’impegno della comunità locale per far conoscere la propria ricchezza.

Il Castello del Conte Verde a Condove

Ad animare la giornata archeologica al Castrum Capriarum sono state le guide che hanno accompagnato i molti curiosi in visita ai resti del maniero della bassa Valsusa. Nel castello sono stati presenti tutto il pomeriggio i ragazzi di Vox Condoviae con la tenda da campo, la tavolate, la musica e i giochi in legno. A metà pomeriggio la sfilata dei vestiti ha animato il castello che nell’epoca del Conte Verde ebbe la maggior espansione. Così il castello ha ripreso vita. Il prossimo appuntamento con l’associazione è in tv dove lo storico Barbero illustrerà la vita nel medioevo con i condovesi a fare da cornice.

Questo slideshow richiede JavaScript.