Condove: la viabilità discussa in consiglio comunale Piero Bruno: "Non avete coinvolto la minoranza"

La minoranzaLa minoranza

CONDOVE – Mercoledì 29 ottobre si è svolto un consiglio comunale molto vivo che ha visto una dura contrapposizione tra maggioranza e minoranza. Ha esordito il sindaco riferendo della riunione tra i sindaci e il ministro delle Infrastrutture avvenuto nel pomeriggio. “Abbiamo chiesto un tavolo di discussione nel quale poter esprimere tutti i nostri dubbi sull’opera, un luogo di confronto” ha detto Emanuela Sarti “ritengo che l’Osservatorio non sia più attuale; abbiamo anche chiesto un’audizione in Parlamento”.  Il sindaco ha poi annunciato un suo incontro con i vertici dell’Asl per verificare il livello d’impiego all’interno del Poliambulatorio dove il servizio prelievi funziona a singhiozzo. Si è poi passati al tema che in questi giorni ha animato il dibattito in paese: i lavoro di viabilità su corso Torino. Dalla minoranza Piero Bruno ha tuonato: “Non avete coinvolto la minoranza e così si ripeterà il danno che è stato fatto in Via Roma, è impossibile circolare ai 30 all’ora e anche il commercio ne patirà”. sempre dalla minoranza Paolo Gombia ha affermato: “L’argomento non è stato portato in Consiglio. La viabilità è un punto importante e centrale per la vita di Condove. La maggioranza non ha voluto il confronto per fare troppo di corsa e terminare in fretta i lavori, ritengo sia stato fatto tutto in modo frettoloso”. Ha risposto il sindaco: “Abbiamo fatto riunioni con i cittadini e i commercianti per definire meglio i lavori, sulla viabilità non è stato fatto nulla da secoli, era ora”. Ha chiesto la minoranza come si pagheranno i lavori. “Parte delle multe andranno a pagare la messa in sicurezza della viabilità” ha detto la Sarti. Ha poi preso la parola l’assessore competente Allais: “I lavori non sono ancora terminati. Verrà ancora realizzato un dosso e il cantiere deve essere ultimato secondo quanto previsto dalle normative, dalla ditta che ha vinto l’appalto e dall’ufficio tecnico”. L’assessore Chiara Bonavero ha poi illustrato il progetto “Masnà” che seguirà ragazzi in difficoltà attraverso attività sportive come il Rugby e il Karate. Jacopo Suppo, vicesindaco, ha poi comunicato che grazie ad una migliore gestione della raccolta dei rifiuti nelle zone montane, nelle frazioni Bertolere e Gazia, il comune risparmierà 3000 euro.