Arriva “Giggino” Di Maio a Torino e i consiglieri regionali del M5S firmano un assegno da 100.000 euro per il Corpo AIB del Piemonte Frediani: "Emozionata di firmare quell'assegno da capogruppo. Gli incendi sono il segno come sia stato trascurato il territorio delle nostre montagne"

I consiglieri regionali del M5S firmano con Di Maio l'assegno devoluto al Corpo Regionale degli AIBI consiglieri regionali del M5S firmano con Di Maio l'assegno devoluto al Corpo Regionale degli AIB

TORINO – Oggi per i grillini era il Restitution day e i consiglieri del M5S del Consiglio Regionale del Piemonte hanno consegnato agli AIB, del  Corpo Volontari Antincendi Boschivi del Piemonte un assegno simbolico di 102.948,77 euro, ricavato dai tagli agli stipendi. E  lo hanno fatto in Piazza castello, insieme al loro candidato premier, Luigi Di Maio.

E’ la metà di quanto i sette esponenti pentastellati di Palazzo Lascaris hanno tagliato quest’anno dai loro stipendi. L’altra metà resterà alla Regione Piemonte, destinata a finanziare gli interventi di ripristino legati a calamità naturali.
La consegna davanti alla sede della Regione, a Torino, alla presenza del neoleader grillino. Da inizio legislatura, i pentastellati piemontesi hanno rinunciato a 866.497 euro, tornati sul bilancio regionale e destinati a microcredito e edilizia scolastica.
Questi sono i nostri valori e i nostri fatti concreti – ha detto la capogruppo del M5S, la condovese Francesca Frediani – E provare l’emozione di firmare quell’assegno, da capogruppo e con il nostro candidato Presidente. Gli incendi, sottovalutati dalla Giunta regionale piemontese, sono il segno del modo in cui è stato trascurato il territorio”.

“Mentre Renzi chiama De Benedetti per farlo guadagnare in borsa, noi i soldi li restituiamo ai cittadini e ai servizi essenziali del Paese” – ha detto con il sorriso di rito Luigi Di Maio –  “Il Movimento 5 Stelle, a tutti i livelli, parla solo con i fatti. E questa ne è la prova a differenza degli altri partiti”.

Secondo le prime stime a consuntivo, durante la lunga emergenza incendi del mese di ottobre e inizio novembre, le Squadre del Corpo AIB del Piemonte, hanno avuto costi e danni ai materiali e attrezzature ed automezzi, per alcune centinaia di migliaia di euro. Si tratta essenzialmente di costi di carburante, per oltre un milione di kilometri percorsi, e danni diretti e/o rotture a veicoli, pompe, naspi, dpi, ecc.

Va detto che il denaro oggi pubblicizzato dai consiglieri pentastellati, è già stato versato settimane addietro nella casse del Corpo AIB del Piemonte.