Il Consiglio Comunale di Bruino ha approvato il bilancio di previsione 2017 Le risorse avanzate saranno stanziate nel campo dell'edilizia stradale e scolastica, per la sicurezza e per la costruzione di un’area cani

Il Municipio di BruinoIl Municipio di Bruino

BRUINO – In seguito a approfondimenti e alla condivisione con le organizzazioni sindacali, il Consiglio comunale di Bruino ha approvato il bilancio di previsione 2017.

Le entrate ammontano a 9,9 milioni di euro, cifra sostanzialmente invariata rispetto all’anno precedente, le uscite, invece, sono di circa 6 milioni di euro, mentre 360 mila euro costituiscono le risorse stanziate per spese di investimento. La parte rimanente sarà composta da rimborsi dei mutui, restituzioni di anticipazioni e partite di giro.

TASI e IMU invariate per gli immobili che non costituiscano l’abitazione principale

La TASI per gli immobili diversi dall’abitazione principale rimane invariata: in caso di locazione, qualora l’immobile non sia prima casa, il 10% della tariffa (minimo di legge) sarà a carico degli inquilini, mentre il rimanente 90% sarà a carico del proprietario. Si stima che le entrate derivanti dall’IMU sugli immobili diversi dalla prima casa ammonteranno a 1,4 milioni. Le aliquote rimangono, anche in questo caso, invariate rispetto al passato.

Raccolta rifiuti
Sul fronte della raccolta rifiuti, il Piano finanziario stima il gettito della TARI in 1,6 milioni di euro. Come già nel 2016, anche quest’anno i costi saranno coperti per il 75% dalle famiglie, che vedranno una riduzione della bolletta dell’1,2%, e per il 25% dalle attività produttive, per le quali, dopo le riduzioni degli anni scorsi, si prevede un contenuto incremento dei costi. Anche nel 2017 la bolletta sarà unica e suddivisa in tre rate (giugno, settembre e novembre). 23 mila euro sono infine le risorse stanziate per il Fondo comunale per il pagamento della tassa rifiuti, si tratta di contributi che il Comune erogherà direttamente alle famiglie che faranno richiesta e risulteranno idonee: si va da una riduzione fino al 40% della bolletta per i nuclei con ISEE entro i 22 mila euro fino all’esenzione totale per le famiglie assistite dal CIDIS.

Investimenti nell’ambito sociale e dell’istruzione

Arrivando alle uscite, al primo posto troviamo, come sempre, le politiche sociali e l’istruzione: per la mensa scolastica sono stanziati oltre 400 mila euro, di cui 340 mila saranno coperti dal ricavato dei buoni pasto, mentre la parte residua, interamente a carico delle casse comunali, corrisponde all’importo complessivo annuale delle tariffe agevolate, di cui si avvalgono 168 ragazzi su 721 studenti Bruinesi iscritti al servizio e che sono interamente confermate anche per il 2017. Lo stesso vale per lo scuolabus, servizio per cui il Comune stanzia 45 mila euro. A queste cifre si aggiungono ancora gli oltre 100 mila euro per assistenza e trasporto disabili nelle scuole, 53 mila euro di contributi alle scuole e per il pagamento del canone del refettorio, 18 mila euro per la fornitura gratuita dei libri di testo, 70 mila euro per il sostegno alle politiche per l’infanzia e 18 mila euro di Fondo per la riduzione della spesa della vigilanza della mensa scolastica.

Il sociale

Sul capitolo sociale, è confermato il trasferimento al consorzio CIDIS di 351 mila euro, mentre 39 mila euro sono destinati alle politiche giovanili e circa 29 mila euro coprono le politiche attive del lavoro (tirocini e sportello Informalavoro). Alle associazioni di volontariato e promozione sociale vanno complessivamente 30 mila euro, mentre 16 mila euro costituiscono il Fondo per i contributi per la riduzione delle rette sportive rivolto alle famiglie a minor reddito.

Avanzo di amministrazione

Notizie molto positive sono infine quelle relative agli investimenti: è emerso un avanzo di amministrazione di circa 1,5 milioni di euro. Il Consiglio comunale ha perciò condiviso unanimemente una mozione volta a individuare le priorità a cui dedicare le risorse avanzate: asfaltature, edilizia scolastica, video sorveglianza e costruzione di un’area cani. A tal fine, nel corso della prossima riunione di Consiglio verrà presentata una prima variazione di bilancio con cui si applicheranno a questi obiettivi i primi 350 mila euro dell’avanzo di amministrazione.