Contributi per la rimozione dell’amianto Il Comune partecipa a un bando che consentirà di smaltire gratis

BUTTIGLIERA – Un’interessante opportunità sarà presto messa a disposizione dei cittadini, grazie a un bando regionale a cui ha partecipato l’amministrazione comunale, insieme agli altri partner dei “Patti territoriali zona ovest”. La Regione mette infatti a disposizione fondi per facilitare lo smaltimento dell’amianto, proseguendo la campagna di bonifica del territorio da questo pericoloso inerte. Un bando pensato per i privati che hanno nelle abitazioni piccole quantità di isolanti o piccole coperture di vecchie tettoie in cementoamianto. Saranno infatti coperti i costi di smaltimento fino a 40 metri quadrati o 450 chili di materiale, mentre eventuali quantità eccedenti saranno a carico del cittadino. Così come restano a carico del cittadino i costi per le ditte specializzate agli smantellamenti. L’esborso sarà sostenuto per l’80 percento dalla Regione e per il 20 percento dal singolo Comune. «Un contributo significativo – sottolinea l’assessore all’ambiente Mauro Usseglio Min – In questo modo, i cittadini vedranno abbattuti i costi del corretto smaltimento, disincentivando i pericolosi abbandoni sul territorio. Da una nostra indagine, risulta che a Buttigliera ci siano grosse quantità residuali di coperture in amianto di privati, mentre possono esserci casi più frequenti di canne fumarie isolate con questo materiale. L’operazione, abbiamo stimato, dovrebbe costare circa un euro per abitante della zona dei “Patti territoriali”, mentre dovrebbe impattare sul nostro bilancio per circa 5 o 6mila euro». A breve, è atteso l’esito del bando, ma l’assessore è fiducioso: «Siamo un importante bacino di comuni e la Regione non dovrebbe aver difficoltà a finanziare questo intervento», auspica Usseglio Min. Tra poco, quindi, rivolgendosi direttamente al consorzio di igiene urbana Cidiu, si potrà ottenere lo smaltimento gratuito delle piccole quantità di amianto ancora presenti nelle abitazioni.