La Croce Rossa ha tenuto un corso sulla prima accoglienza dei migranti al polo logistico di Bussoleno Continua la ricerca di sistemazioni provvisorie per chi arriva in Valsusa per tentare di attraversare il confine e andare in Francia

Foto Croce Rossa italianaFoto Croce Rossa italiana

E’ della settimana scorsa la notizia dei manifesti affissi a Bardonecchia e Oulx per dissuadere i migranti a tentare la strada della montagna verso il Colle della Scala, ma   l’ondata di migranti in Valsusa non sembra fermarsi.

LEGGI ANCHE: http://www.lagenda.news/italia-cartello-migranti-francia/

La Croce Rossa segue con attenzione l’intensificarsi del flusso migratorio Italia-Francia attraverso la Valsusa che mette in condizioni di pericolo numerosi migranti che ogni giorno tentano di varcare il confine con la Francia attraversando zone molto pericolose per via della neve e delle rigide temperature invernali.
Sin da subito la Croce Rossa si è attivata su questo fronte con l’obiettivo di portare assistenza e aiuto ai migranti in difficoltà; le attività sono svolte in sinergia con  il Comitato di Bardonecchia i cui volontari da settimane sono impegnati, ogni notte, senza sosta, nelle operazioni di ricerca e soccorso e nella fornitura di bevande calde e generi di prima necessità.

Il Comitato Nazionale ha fornito materiale per lo svolgimento delle attività e supporto formativo e progettuale per migliorare la capacità di risposta all’emergenza.

Presso il Polo Logistico di Bussoleno, i volontari hanno potuto approfondire questi temi migliorando il proprio bagaglio informativo sulle migrazioni, attraverso un corso di formazione che si è svolto negli scorsi giorni.
Le attività si sono svolte in collaborazione con tutte le istituzioni e le realtà del terzo settore del territorio.

A Oulx come a Bardonecchia gli operatori si sono attrezzati con kit di emergenza, da distribuire ai profughi che incontrano. Superata l’iniziale diffidenza, i volontari distribuiscono viveri, coperte e sacchi a pelo, biancheria e altri beni di prima necessità.

Attualmente sono stati messi a disposizione per la prima accoglienza i locali attigui alla stazione di Bardonecchia e altri locali a Salbertrand per i soli minori, gestito da Conisa consorzio socioassistenziale dei Comuni dell’Alta e Bassa Valsusa.

La Croce rossa, insieme alla Prefettura, è alla ricerca nuovi alloggi di assistenza temporanea in primo luogo a Oulx, dato che ad oggi il flusso dei migranti che arrivano in Valsusa non pare diminuire.

croce-rossa-italiana

( Foto Croce Rossa italiana)