Da Rivalta un assegno “fuori misura” per la onlus di Candiolo

Cristina Balboni e Marino GirardiCristina Balboni e Marino Girardi

RIVALTA – Trentuno scrittrici, altrettanti racconti, 360 copie vendute del libro  “Figlie di Zeus e Mnemosine” e mille euro devoluti alla Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro onlus di Candiolo. Questi i numeri dell’evento durante il quale ieri pomeriggio, giovedì 9 febbraio, al Castello degli Orsini l’ideatrice del progetto Doris Scaggion, le sue trenta amiche compagne di scrittura e la presidente dell’associazione Rivalta Viva Cristina Balboni hanno consegnato a Marino Girardi Responsabile della Raccolta Fondi della onlus un assegno fuori misura e una più piccola ricevuta di bonifico. Si è trattato, come ha detto il Sindaco Mauro Marinari, di una iniziativa di grande solidarietà, tanto più importante perché nata dalla sensibilità profonda delle donne e capace di portare alla luce, come ha sottolineato l’Assessore alle pari Opportunità Rita Vittori, doti nascoste o sopite che altrimenti non avrebbero avuto visibilità e spazio. I mille euro donati andranno così ad aggiungersi ai 200 milioni che in trent’anni il Piemonte ha offerto alla onlus e di cui   l’85 per cento circa è arrivato da donazioni private.