David Blow, il mago dei taping, spiega la sua invenzione a Collegno Un corso innovativo alle logopediste dell’ASL T03

David Blow a CollegnoDavid Blow a Collegno

COLLEGNO – E’ ritornato in Piemonte, a Collegno, il dottor David Blow, fondatore e presidente dell’Istituto di Taping NeuroMuscolare con sede a Roma dal 2003, a New York dal 2012 e a Jakarta, Indonesia, per L’Asean Region dal 2015, istruttore internazionale di NMT, per il secondo corso di NMT percorso professionale in riabilitazione logopedica organizzato dall’Asl To3.

La formazione

Affiancato dalla dottoressa Barbara Ramella, logopedista presso Enti Pubblici e Privati e docente qualificata di NMT, saranno impegnati nella formazione di logopedisti, quattro giorni a giugno e quattro ad ottobre. Un evento innovativo nel trattamento riabilitativo logopedico. La conoscenza e l’applicazione del TNM è uno strumento che aiuta il logopedista nell’educazione, abilitazione e riabilitazione delle patologie del linguaggio e della comunicazione in età, adulta e geriatrica. Il Taping NeuroMuscolare applicato con criteri terapeutici migliora la risposta al trattamento nella rieducazione funzionale delle abilità comunicative-linguistiche, cognitive e della deglutizione.

David Blow

David Blow ha 30 anni di esperienza terapeutica nella riabilitazione compresa la formazione in Australia, Cina, Giappone ed in Italia. Nel 2003 ha sviluppato l’innovativo concetto di Taping NeuroMuscolare (NMT concept) che è diventato molto popolare nel tempo creando cambiamenti significativi nel campo della riabilitazione medica. Taping Neuromuscolare nasce dalla volontà di David Blow di formare medici e professionisti della riabilitazione con protocolli in grado di migliorare i risultati del trattamento complessivo e di conseguenza la qualità di vita dei pazienti.

Il corso 

In aula Blow, con competenza, professionalità e passione ha saputo trasmettere ai partecipanti il suo metodo e il desiderio di sperimentare in ambito riabilitativo le nuove tecniche acquisite da affiancare ai trattamenti tradizionali secondo scienza e coscienza. Già dopo il primo modulo del novembre del 2016 è stata creata una comunità di pratica tra i partecipanti, con la supervisione dei docenti per condividere e verificare la corretta applicazione del NMT sui casi selezionati. Questa modalità di lavoro permette il confronto, la risoluzione di dubbi e la modifica degli obiettivi in tempo reale, inoltre rappresenta un’importante raccolta di dati e materiali utili per lo studio e per la conferma della validità del trattamento.

Il corso è stato possibile grazie al Direttore della S. C. Recupero e Rieducazione Territoriale dottor Pasquale Rosiello, che ha creduto nel progetto e alla S.S. Ricerca Formazione e Progettazione Europea che ne ha concretizzato la realizzazione. Normalizzazione della funzionalità è lo scopo dell’applicazione, il motto di David “No grinza…no party!”.