Domenica mattina a Susa all’arena romana torna Beppe Grillo Il M5S organizza un flash mob con i parlamentari contro la ratifica alla Camera del trattato I/F sulla Torino-Lione

grillo

SUSA –  Il tam tam sulla rete – confermato dal Senatore Marco Scibona – è scattato già ieri. Gli attivisti del M5S si daranno appuntamento domenica 18 Dicembre 2016 dalle 10.30  a Susa, presso l’Anfiteatro Romano, un flash mob del Movimento 5 Stelle con la partecipazione dei parlamentari di zona e del loro leader Beppe Grillo.
Un evento che si preannuncia tutto in chiave Notav, anche se  la componente ultrasinistra del Movimento vicino al Comitato di lotta popolare di Bussoleno e ai centri sociali torinesi non pare  – almeno dagli scambi di battute sulla rete  – accogliere con troppo entusiasmo quello che nei confronti dei 5Stelle viene definito “l’arrivo del loro Capo”.

Nonostante il programma dell’evento, pardon del Flash Mob: “Il 19 dicembre il Parlamento italiano sarà chiamato a discutere e a ratificare l’accordo Italia Francia sul Tav Torino Lione.
Una decisione ridicola e scandalosa insieme: con un governo di transizione si mettono in ballo 2 miliardi e mezzo. Basterebbe il buonsenso, a prendere quanto meno un po’ di tempo.
Vogliono a tutti i costi dire sì all’avvio dei lavori definitivi della sezione transfrontaliera della nuova linea in base all’intesa di Parigi del 24 febbraio 2015. E vogliono farlo anche se un’amministrazione che democraticamente eletta dai cittadini torinesi ha dichiarato la contrarietà all’opera ed è uscita dall’Osservatorio!
Cifre enormi che potrebbero essere usate per i bisogni veri e dimenticati dei cittadini nonché per le emergenze reali, come ad esempio i terremotati. Il voto referendario del 4 dicembre manda un messaggio inequivocabile: stop a grandi opere inutili e stop a decisioni arroganti, calate dall’alto, che offendono la sovranità e la volontà popolare.

Per questo domenica tutti i portavoce del M5S e Beppe Grillo saranno a Susa. Un parlamento aperto, una discussione democratica per dire, ancora una volta da che parte stiamo.
Noi siamo con i cittadini Notav, per urlare il nostro no a un’opera inutile e dannosa.”

Ma fra le righe si legge anche che “la manifestazione si fa a Susa perché noi siamo davvero vicini ai cittadini”. Ogni riferimento al Sindaco Plano è puramente voluto ed è chiaro come nel 2019 a Susa ci sarà un candidato Sindaco a targa 5 Stelle. Magari pure genovese come Grillo.
A vedere i numeri elettorali del M5S l’arena di Susa dovrebbe vedere domenica mattina una invasione di pubblico degna delle ormai storiche edizione della “Castagna d’Oro” – quando appunto – nell’anfiteatro, sul palco arrivavano i vari Mike Bongiorno e Pippo Baudo a presentare di fronte 5.000 e oltre spettatori. Al netto dei portoghesi appollaiati  oltre le recinzioni.

 A margine gli organizzatori prevedono poi anche un pranzo a  San Didero persso il polivalente per “sostenendo i terremotati del centro Italia contribuendo alle Brigate di Solidarietà Attiva (BSA) che operano direttamente nelle zone colpite dal sisma e quindi a sostegno dei terremotati” .

L’offerta minima è di 10 euro ed è necessario prenotare attraverso questo link:

https://goo.gl/forms/0N7eJtWp5oEHiaMm2