Due chiacchiere da bar sul calcio a Susa "Il Quaglino di Susa ha una gestione sempre più problematica"

coccia

SUSA – Tempo di previsioni calcistiche in attesa dell’imminente stagione. Il Susa che veste  biancorosso avrà nuovi arrivi tra le sue fila? Ecco il direttore generale Rudy Coccia, che mastica calcio probabilmente da prima del biberon dai tempi della Grande Borgonese, che messo alle strette risponde alle classiche domande d’estate.

Rudy, chiusa una stagione adesso si deve preparare la prossima.

“Abbiamo chiuso con un ottimo piazzamento con un filotto conclusivo di 10 risultati utili consecutivi, una grande squadra affiatata con un mister motivato e preparato”.

Dunque squadra che vince non si cambia?

Esatto l’Union Valle di Susa Calcio ha confermato tutti per una nuova esaltante stagione“.

Avete molte squadre giovanili?

“Continua la gestione degli anni precedenti con ragazzi a Susa, Bruzolo, Chianocco e Bussoleno. Tanta voglia di calcio anche in questi tenpi di magra”.

Cioè?

“Il  Quaglino di Susa ha una gestione sempre più problematica con tantissime spese, molte richieste di servizi e nessun contributo”

Ricordo che in ballo c’erano 2000 euro, pochini, ma meglio che nulla.

“Fino alla scorsa amministrazione oggi nulla rimangono i soldi dati per la gestione da chi ha l’appalto su tutte le strutture. Per poter giocare dobbiamo fare letteralmente tutto noi e…alla luce del sole perchè non ci sono i soldi per pagare la corrente elettrica”.

Davvero?

“E’ così. Siamo il vanto sportivo regionale ma sembra che nessuno se ne accorga qui a Susa. 

Il futuro?

“Quello sportivo sicuramente in linea con i nostri programmi, riguardo al campo speriamo in maggior attenzione altrimenti chissà”.