E’ sventolata la bandiera a scacchi per la campionessa Ada Pace Vinse sulle due e quattro ruote

ada-pace

AVIGLIANA – E’ morta la campionessa dei motori Ada Pace, aveva 92 anni. Ada Pace è stata capace di correre con l’auto, quando gareggiavano solo i maschi, e vincere molto. Era stata capace di imporsi un ambiente dominato dagli uomini. Un’impresa non facile in quegli anni. Ada Pace, nome di battaglia “Sayonara”, era figlia di un artigiano torinese e fin da piccola si cimentò con vari sport, come pallacanestro, atletica e tiro a segno. L’amore per i motori le
nacque in sella ad una Vespa, quando tra il ’47 e il ’48 partecipò alle gare monomarca organizzate dal Vespa Club. Ebbe risultati così buoni e costanti da convincere la casa motociclistica ad affidarle una moto ufficiale. Nel 1950 iniziò a correre anche in macchina. Il primo risultato importante su quattro ruote arrivò nel 1951, con la vittoria a sorpresa della “Torino-San Remo” a bordo di una Fiat 1500 6C. Una vittoria che fece epoca: il cerimoniale sportivo non aveva mai preso in considerazione la possibilità che sulla pedana del vincitore salisse una donna. Seguirono anni di successi crescenti. La fama di Ada Pace crebbe fino a farle meritare i complimenti e la stima di mostri sacri come Elio Zagato, Enzo Ferrari, Piero Taruffi e dei fratelli Maserati. Nella bacheca dei trofei ha accumulato coppe e targhe per le vittorie di sei campionati nazionali di velocità.