E’ “Val Sangone Sicura”, grazie agli Alpini della Protezione Civile (LE FOTO) Tre giorni di lavori in tutta la Val Sangone

(foto Stefano Tizzani)(foto Stefano Tizzani)

GIAVENO – Tre giorni di esercitazioni sul campo per il 1° Raggruppamento di Protezione Civile dell’Associazione Nazionale Alpini organizzata sul territorio dell’Unione dei Comuni Montani della Val Sangone. Più di 500 volontari provenienti dal Piemonte, Liguria e Valle d’Aosta, oltre alla partecipazione di Alpini in armi, sono stati coinvolti in attività di ripristino di aree fluviali comunali e boschive nei comuni di Coazze, Giaveno, Reano, Sangano, Trana e Valgioie. Tantissimi i volontari scesi in campo, coordinati da Gianni Gontero, Coordinatore di Protezione Civile 1° Raggruppamento ANA. Proprio Gontero dichiara: “Tutti i cantieri sono terminati con successo e profesionalità. Siamo pienamente soddisfatti dei risultati e della preprazione di tutti i volontari che come sempre si sono dimostrati pronti e attivi. Devo ringraziare l’Unione dei Comuni, la Regione Piemonte e il vicepresidente Daniela Ruffino. Voglio sottolineare il lavoro svolto con l’Esercito grandi professionisti che fanno il ben del nostro Paese“. “Val Sangone Sicura”, questo il nome dell’esercitazione, ha avuto un’importante ricaduta in termini di prevenzione territoriale, oltre a rappresentare un potenziale di miglioramento dell’Associazione per quanto riguarda la preparazione tecnica dei volontari, la loro efficienza, conoscenza reciproca e collaborazione.