Ecoristoranti arriva a Giaveno, dove andare a provare il servizio

ecoristorante 5

GIAVENO – Dopo Druento, Collegno, Rivoli, Grugliasco e Pianezza, la rete Ecoristoranti arriva anche a Giaveno. Il network nazionale, promosso nei Comuni del territorio dal Gruppo Cidiu, si prefigge di ridurre la produzione di rifiuti e lo spreco di cibo ed è composta da ristoranti, trattorie, locande e pizzerie che hanno deciso di valorizzare la loro attività con un impegno concreto nei confronti dell’ambiente e una maggiore attenzione agli sprechi alimentari. Oggi in Comune sono stati consegnati i kit ai sei ristoratori giavenesi che hanno aderito:

Locanda dell’Amicizia

Ristorante  La Pace

Trattoria  Il Campanile

Caffè Narghilè

Ristorante Valsangone

Trattoria Da Genio

Il network degli Ecoristoranti vede la luce nel 2012, in occasione della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, grazie a un progetto proposto dalla Cooperativa ERICA in collaborazione con il Covar 14 che ha coinvolto circa 35 esercizi del territorio a sud di Torino. Oggi il network comprende circa 80 ristoranti di 20 comuni ed è in continua espansione. Per i ristoratori aderire ad Ecoristoranti è molto semplice: il gestore dei rifiuti di un territorio (ATO, Consorzio, Azienda ecc.) o i Comuni che vogliono aderire stipulano un accordo volontario con i ristoratori allo scopo di attivare pratiche di ristorazione sostenibile, in termini di prevenzione dei rifiuti e lotta allo spreco alimentare. Stipulando l’accordo i ristoratori si impegnano a promuovere l’asporto delle pietanze non consumate dal cliente, utilizzare tovaglioli in stoffa, servire l’acqua in brocca, prediligere i prodotti con meno imballaggi, differenziare i propri rifiuti ed effettuare il compostaggio. ristoratore gode del prestigio di far parte di una rete nazionale, testimoniata dalla vetrofania che riceverà all’adesione e che potrà essere esposta all’ingresso del suo locale, la presenza sui canali social (Facebook e Instagram) della rete, risparmi su forniture, tempo e spazio. All’adesione i ristoratori ricevono un kit composto dalla vetrofania, l’attestato di adesione, un banner-espositore da collocare nei pressi della cassa e un kit di Doggy Bag, un contenitore che può essere utilizzato per il trasporto di cibi non consumati ma ancora edibili. “Dopo il lancio dello scorso anno, siamo lieti che altri 6 esercizi di Giaveno, dopo la recente adesione dei ristoratori di Pianezza, abbiano voluto unirsi al network -afferma Giovanni Demarco, Amministratore Unico di Cidiu Servizi SpA-. La nostra società ha deciso di promuovere questa iniziativa così innovativa per sensibilizzare ulteriormente le attività commerciali presenti sul territorio, perché occorre fare di più sul piano dello spreco alimentare e sulla riduzione dei rifiuti”. “L’iniziativa rafforza il proposito e l’impegno a diffondere e comunicare i principi della sostenibilità ambientale e le buone prassi che mirano a evitare di produrre rifiuti. Giaveno vuole essere al passo con i tempi anche in campo ambientale e per cui siamo ben felici che sei nostri ristoratori si siano impegnati per far parte di un network in continua crescita come gli Ecoristoranti – commenta il Sindaco di Giaveno, Carlo Giacone che con l’Assessore all’Ambiente e all’Ecologia Marilena Barone ha seguito il progetto – Ringraziamo il Gruppo Cidiu e la Cooperativa E.R.I.C.A.. per averci coinvolto in un progetto tanto importante, e speriamo di poter ampliare ancora il nostro raggio d’azione lungo la via dell’ecoturismo”.