Elezioni Grugliasco. Salvatore Amarù ha ricetta per la futura amministrazione

Salvatore AmarùSalvatore Amarù

GRUGLIASCO – Salvatore Amarù, medico neurologo, vista la professione tenterà di far perdere i nervi al sindaco uscente. Due parole con il dottore in un elegante bar del centro città, ordina due bicchieri di analcolico; mi attengo come se fosse una ricetta. Amarù ha la tessera del PD in tasca, nel 2012 perse contro l’attuale primo cittadino le primarie del centro-sinistra, ora non si usano più.

E’ così?

“Le abbiamo chieste alla segretaria cittadina del Pd senza ottenerle, ci è sembrata una mancanza di trasparenza e un alcuna democratica importante. Abbiamo compreso e ci siamo scostati dal loro progetto”.

Pd contro Pd, per semplificare.

” Non è affatto così. Alcune importanti liste del paese mi hanno chiesto la partecipazione per unire dei progetti comuni per il futuro della città. E’ un’idea interessante ha ha da subito riscosso una grande partecipazione. Alla presentazione di domenica c’erano tantissime persone”.

Alcuni dicono che sotto il suo nome correranno liste differenti per appartenenza politica, è vero?

“Bisogna ricordare che queste sono elezioni comunali e si scelgono le persone non i simboli dei partiti. Credo che si stia formando un’ottima coalizione che presenterà persone valide, che conoscono le risorse e i problemi di Grugliasco”.

Ci sarà l’accordo con il gruppo di Turigliatto?

“Stiamo discutendo di programmi non di nomi, stiamo preparando la nostra idea di futuro di Grugliasco. Tutti quelli che si troveranno intorno ad un progetto comune è logico che correranno insieme”.

Posso chiederle un giudizio sull’amministrazione uscente?

“Assolutamente negativo. Il sindaco ha dato e tolto deleghe, andrà a finire che si toglierà anche le sue”.

Ci lasciamo con l’intento d’incontraci più avanti quando la corsa alla  fascia tricolore del comune avrà emesso i primi verdetti: i candidati alla carica di sindaco.