Elezioni Rivalta, Alberto Gianotti pensa a un connubio fra Associazioni e Amministrazione Comunale Il candidato sindaco pensa a una sinergia di intenti perché Rivalta non sia solo più un paese dormitorio

A Rivalta Alberto Gianotti dice no all'Alta Velocità a RivaltaA Rivalta Alberto Gianotti dice no all'Alta Velocità a Rivalta

RIVALTA  –   I rivaltesi devono tornare ad amare e a vivere il loro paese. È l’impegno che il candidato sindaco Alberto Gianotti vuole fare proprio, come afferma lui stesso, “Riempiendo le piazze di Rivalta di famiglie, giovani, anziani e di vitalità e voglia di aggregazione, facendo in modo da attirare la popolazione a rimanere sul territorio, approfittando delle occasioni e degli eventi proposti”.

Un connubio fra Associazioni e macchina comunale

Perché Rivalta non sia solo più un paese dormitorio, che per i giovani non ha nulla e dove nessuno desidera acquistare le abitazioni,  dice Gianotti, è necessaria la collaborazione fra Associazioni e macchina comunale, una collaborazione, però, nella quale le Associazioni che organizzano eventi non debbano gravarsi di pratiche burocratiche, permessi, tassazioni varie e pagamenti diversi. “Perché tutto questo impegno  fa sì che le Associazioni, prima di programmare un evento, comincino a pensarci più volte – considera Gianotti –  E questo tentennare o non programmare più feste e momenti di aggregazione sta facendo morire Rivalta”.

L’intervento dell’Amministrazione

“Ed è qui che deve entrare in campo l’Amministrazione Comunale, innanzitutto aiutando le Associazioni nella compilazione della modulistica necessaria per legge, alla quale poi il Presidente della Associazione apporrà la firma – spiega Gianotti – Così come è il Comune che annullare eventuali tassazioni o prendersi carico di eventuali pagamenti. Ed è sempre il Comune che deve pubblicizzare gli eventi,  aiutando l’Organizzazione a far arrivare a tutti i cittadini le date e il programma dell’evento stesso, così che su tutto il territorio si possa  conoscere dove si può andare a trascorrere una bella giornata o una bella serata in compagnia facendo tornare a vivere il nostro Paese. Noi stiamo programmando anche questo: il vero connubio tra associazioni e macchina comunale”.