Elezioni Rivalta, il centro storico nel programma dei candidati sindaco Quale futuro per il centro di Rivalta il secondo quesito de Lagenda.news

I candidati sindaco si confrontano sul centro storicoI candidati sindaco si confrontano sul centro storico

RIVALTA  – È stato il centro storico il secondo argomento su cui si sono confrontati i candidati sindaco Michele Colaci, Nicola de Ruggiero, Alberto Gianotti e Mauro Marinari durante le riprese video realizzate da Lagenda.news sabato pomeriggio, 22 aprile, nel salone della Chiesa di San Giuseppe in via Giaveno 94.

La domanda e le risposte

Per rispondere alla domanda “La valorizzazione del centro storico sarà uno dei punti del suo programma? Cosa intende realizzare o cambiare in tal senso?” ogni candidato sindaco ha avuto a disposizione un minuto di tempo.

Per Michele Colaci il problema del centro storico si è evidenziato con la chiusura del bar Samax in piazza della Pace. Sarà necessario quindi riaprire il bar e chiedere ai commercianti un impegno per un centro più vivo anche grazie a parte dei cento eventi programmati per il territorio. “Si penserà anche al Castello, al Monastero e alla Chiesa di San Vittore – ha concluso il candidato – per attirare i visitatori a Rivalta”.

Secondo Alberto Gianotti la valorizzazione del centro storico dovrà passare attraverso la valorizzazione del Castello, la ristrutturazione di edifici di un certo valore, l’organizzazione di eventi, il rilancio del commercio e l’eliminazione delle barriere architettoniche. “Sarà anche necessario prevedere incentivi – ha considerato il candidato – per le ristrutturazioni degli edifici”.

Per il centro storico che considera di particolare fascino Nicola de Ruggiero ha parlato di due “C”, come Commercio in un centro commerciale naturale e come Castello, futuro polo culturale. In un centro che in piazza della Pace, in via Orsini e in via Bianca Della Valle possiede tre immobili in pessime condizioni, ha  preso atto il candidato, “È necessario far sì che i commercianti diventino più forti”.

Infine Mauro Marinari ha sottolineato come all’arrivo dell’attuale Amministrazione il centro storico fosse in condizioni disastrose. Edifici da ristrutturare, pessima segnaletica verticale e viabilità congestionata sono solo alcuni aspetti di una situazione che, ha spiegato il candidato,  “Ha richiesto ben 28 interventi per una spesa di un milione e 45mila euro”.