Esercitazione congiunta fra Aviazione Leggera dell’Esercito e Soccorso Alpino Piemontese in Bassa Valsusa Una cinquantina di volontari del CNSAS in volo con un AB212 del Nucleo ALEToro di Venaria

Esercitazione Soccorso Alpino e Aviazione Leggera dell'Esercito - l'AB212 del Nucleo ALEToro di VenariaEsercitazione Soccorso Alpino e Aviazione Leggera dell'Esercito - l'AB212 del Nucleo ALEToro di Venaria

CASELETTE – Si è svolta ieri tra Caselette e il Monte Calvo, sopra Valdellatorre una esercitazione congiunta fra il Soccorso Alpino Piemontese e il 34° Gruppo Squadrone dell’Aviazione Leggera dell’Esercito “Toro”, ALE Toro, di stanza a Venaria del 4° Reggimento Aviazione Esercito “Altair”.

Oltre 50 tecnici e volontari del Soccorso Alpino, giunti da tutta la regione insieme ad una aliquota della Liguria, sono stati impegnati in una missione di addestramento consistente essenzialmente in presa di confidenza con l’aereomobile, in questo caso un AB212, capace di trasportare anche 10/12 persone, per impiego in operazioni di Protezione civile.

Imbarcati nei prati di Caselette, gli uomini in rosso, sono stati più volte sbarcati e poi ricaricati sulle pendici del Monte Calvo, piccolo promontorio a circa 530 metri di quota sotto il Musiné.

Tecnicamente una classica operazione di pick-up, classica delle operazioni di emergenza.

Come confermano dal Soccorso Alpino “una delle due esercitazioni annue che il Corpo effettua con l’aviazione dell’Esercito, finalizzata ad addestrare entrambe le parti ad operare in caso di calamità e gravi eventi che  comportano l’esigenza di spostare rapidamente sul luogo squadre operative del Soccorso Alpino. Anche questa svolta in Valsusa non lontano dalla base di Venaria di ALEToro è stata molto soddisfacente”.

La storia dello squadrone ALEToro

Il reparto nasce nel 1954 a Venaria Reale presso l’eliporto “Mario Santi” come uno dei primi reparti della nascente Aviazione dell’Esercito.

Il reparto con compiti di osservazione aerea era impiegato per le esigenze della Divisione Cremona e della Brigata Alpina Taurinense.
Oggi è inquadrato nel 4° Raggruppamento Aviazione Leggera dell’Esercito “Altair” di Bolzano.

Nel mese di marzo 1976 il 2° Gruppo diventa 44° Gruppo Squadroni ERI “Fenice” di Belluno (derivato dalla fusione dei RAL della Brigata Orobica e Taurinense).
La nuova unità basa a Venaria il 442° Squadrone ERI. Nel 1977 perde la fisionomia alpina.
Il primo settembre 1985 nasce il 34 ° Gruppo Squadroni ALE Toro che inquadra oltre al 442° Gruppo anche il 545° Squadrone EM (Elicotteri multiruolo) della Scuola Militare Alpina,in organico dal 1 agosto 1971 come RAL SMALP basato a Pollein (Ao.Dal 1988 è alle dipendenze del 4° Reggimento Aviazione dell’Esercito “Altair” di Bolzano.

Dal primo gennaio 2000 l’unità assume la denominazione di 34° Gruppo Squadroni Cavalleria dell’Aria “Toro” mutata dal 2003 in 34° Gruppo Squadroni Aviazione dell’Esercito (AVES).

Oggi è inserito  nel contingente “Cuneense” della forza mobile NATO, ha preso parte a numerose esercitazioni (Danimarca,Norvegia,Turchia,Albania). In ambito ONU è stato impiegato in Mozambico nel 1993-94.
Ha preso parte alla missione NATO in Bosnia-Herzegovina e alle operazioni in Namibia, Kurdistan, Afghanistan, Iraq, Libano.

L’impiego in missioni civili

Lo Squadrone partecipa a salvataggi ed interventi di protezione civile quali soccorsi alpini, è stato impiegato nelle alluvioni in Valtellina e Piemonte del 1994, sono valsi al reparto (545° Sq) una medaglia d’argento al Valor Civile (30 aprile1975) proprio
per aver effettuato numerose missioni di soccorso alpino, contribuendo in maniera determinante a salvare molti turisti e residenti in  Valle d’Aosta.

Fornisce inoltre aiuti alle popolazioni bisognose e supporto logistico ad elicotteri di altri enti sia militari che civili.

Fra cui appunto l’addestramento ed esercitazioni con la Protezione Civile per far fronte a calamità e con il CNSAS (Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico)

Gli elicotteri in linea nel reparto

Il 4^ Reggimento Altair schiera diversi elicotteri: dalla piattaforma d’assalto A-129, il Mangusta, ai vecchi ma inossidabili  multiruolo AB-205, AB-206, AB-212, AB-412, per finire al CH-47 Chinook, grande elicottero da trasporto.

[IL VIDEO]

Questo slideshow richiede JavaScript.