Nuovo falso manifesto pubblicitario a Torino ironizza sui novax e sulla scuola Montessori di Orbassano L'anonimo pubblicitario continua ad attirare l'attenzione e la curiosità con i suoi fake e stavolta bersaglia

IL manifesto ironico contro i Novax della Scuola Montessori di OrbassanoIL manifesto ironico contro i Novax della Scuola Montessori di Orbassano

ORBASSANO – Non è il primo cartellone sarcastico che appare sulle strade di Torino, già altri manifesti “fake” avevano fatto scalpore perché “colpivano” la politica e una casa produttrice di lingerie, ma oggi il bersaglio sono i genitori novax e la scuoletta Montessori di Orbassano, la prima “scuola” – anche privata e autogestita -che ha aperto le porte ai bambini non vaccinati.

Dei 130 iscritti infatti solo il 30% è regolarmente vaccinato nonostante la legge sulle vaccinazioni lo imponga perchè la Montessori non è una vera scuola ma un’associazione che si occupa di didattica complementare e non è tenuta quindi a verificare che gli iscritti siano vaccinati; a fine anno gli alunni dovranno sostenere un esame da privatisti per verificare la loro preparazione e poter proseguire nella classe succesiva.

Da qui l’idea dell’anonimo grafico di “colpire ” la scuola, definendola “squoletta” e i genitori novax che vi iscrivono i loro figli.

In Piazzale Valdo Fusi a Torino è apparso un cartellone con l’immagine di un vasetto da conserva contenente un neonato immerso in un liquido giallo riporta la scritta “Conserva i tuoi figli non vaccinarli” e sotto “Associazione culturale no profit squoletta Montessori per una squola a misura di bambino” il tutto con la q per ironizzare sulla scelta evidentemente sbagliata per il sarcastico autore.

Lasciamo ai lettori i commenti su questa nuova trovata, ma non possiamo non fare una riflessione sulla delicatezza del tema. Ma si sa, lo ha insegnato il maestro Oliviero Toscani, la pubblicità, anche quella falsa, deve shockare per far discutere.

LEGGI ANCHE: http://www.lagenda.news/orbassano-scuola-montessori-novax/