In bicicletta da Susa a Trieste? Si può seguendo la rete Bicitalia La proposta della Federazione Amici della Bicicletta

In bicicletta in ValsusaIn bicicletta in Valsusa

SUSA – Nel prossimo weekend lungo del 2 giugno la Federazione Amici della Bicicletta organizza una serie d’iniziative per promuovere il nuovo progetto di ciclovia della rete Bicitalia che partendo da Susa e arrivando a Trieste toccherà le principali città dell’alta Italia.

Una rete ciclabile

L’idea alla base del progetto è quella di utilizzare prevalentemente percorsi esistenti o in fase di realizzazione, o comunque già previsti nei piani di sviluppo ciclabile delle quattro regioni attraversate. FIAB propone una ricucitura di vari tratti, per dare continuità a un percorso di ben 900 km, che tocchi centri urbani di grande interesse e attraversi una serie di territori forti per tradizioni culturali ed enogastronomiche: che abbia quindi tutte le caratteristiche per diventare un elemento di attrazione per il nuovo turismo in bicicletta. Il coordinamento delle associazioni FIAB del Piemonte inizia proponendo per venerdì 2 giugno la partenza in bici da Susa, per seguire il percorso sperimentale che si ispira al futuro tracciato della ciclovia francigena valsusina, recentemente oggetto dello studio di fattibilità della Regione e promosso dall’Unione Montana Valsusa, che collabora e supporta l’evento.

Il via a Susa

Da Susa si scenderà verso Bussoleno, San Giorio, Vaie, Sant’Ambrogio, Avigliana, Trana, Rivalta, Moncalieri e Torino, percorrendo nell’ultimo tratto la bella ciclovia del Sangone. Sabato 3 e domenica 4 ci si sposta invece per testare il collegamento verso la Lombardia nei tratti da Chivasso a Vercelli e Novara fino al ponte di Turbigo sul Ticino.