Ritorna a Bardonecchia e in alta Valsusa, dal 29 luglio, il Festival Teatro&Letteratura Inaugurato da una novità assoluta con Massimo Dapporto

Bardonecchia, Palazzo delle FesteBardonecchia, Palazzo delle Feste

BARDONECCHIA – Ripercorrere le ultime edizioni del Festival Teatro&Letteratura significa re-incontrare nomi straordinari del teatro e della cultura. Dalla scorsa edizione che ha ospitato Dacia Maraini, alle performance indimenticabili di Arturo Brachetti, Giancarlo Giannini, Roberto Vecchioni fino ad arrivare, tra i molti altri,  a Vittorino Andreoli, Alessio Boni, Monica Guerritore.
Personaggi che hanno attraversato con i loro spettacoli le notti estive dell’alta Valsusa e che hanno contribuito a decretare il successo di una manifestazione culturale capace di dialogare con un pubblico vasto proponendo un mix di generi, linguaggi e stili differenti.

La nostra – dichiara Ivana Ferri direttore artistico del festival – è una programmazione attenta  a proporre spettacoli ed eventi di alta qualità artistica,  capace di fare riflettere, incuriosire, e divertire un pubblico che negli anni è cresciuto in modo costante”.

Lo spettacolo di Massimo Dapporto
Massimo Dapporto aprirà il cartellone sabato 29 luglio al Palazzo delle Feste di Bardonecchia con una novità assoluta. Per la prima volta approda sulle tavole del palcoscenico il capolavoro di Vincenzo Cerami reso celebre da uno straordinario film di Mario Monicelli interpretato da Alberto Sordi. Stiamo parlando di “Un borghese piccolo piccolo” che il regista Fabrizio Coniglio, a cui la famiglia Cerami ha concesso i diritti per la trasposizione teatrale, porta in scena con protagonista Massimo Dapporto e che si avvale delle musiche scritte originali scritte per lo spettacolo da Nicola Piovani. Lo spettacolo presentato in estiva a Bardonecchia, al festival di Borgio Verezzi e alla Versiliana toccherà poi i maggiori teatri italiani nella prossima programmazione invernale.

Molti altri spettacoli

Segue un programma articolato che presenta una prima assoluta di Cirko Vertigo, il Volo di Giulietta tratto da W. Shakespeare per la regìa di Caterina Mochi Sismondi,  Laura Curino  in Margherita Hack una stella infinita nella sera che precede le stelle cadenti di San Lorenzo, il divertimento puro con la musica della Microband, Alberto Gaino  per parlare del Manicomio dei Bambini una novità letteraria edito dal Gruppo Abele e …ma sono Mille papaveri rossi spettacolo di Ivana Ferri che ha debuttato per la stagione del Teatro Stabile di Torino e che richiama la ricorrenza dei cent’anni dalla grande guerra.