In occasione della Fiera di Santa Caterina a Rivoli Coldiretti Torino presenta le eccellenze vinicole e casearie del territorio Venerdì 24 novembre nella sala Archi della Chiesa di Santa Maria della Stella "La montagna vuole vivere" degustazione guidata di una selezione di vini e formaggi del territorio

Degustazione Avanà in purezzaDegustazione Avanà in purezza

RIVOLI – Lunedì 28 novembre ritorna la Fiera di Santa Caterina, uno degli appuntamenti rivolesi più antichi con i suoi sei secoli di storia, che da sempre celebra   la fine della stagione agricola.

In occasione della celebre fiera venerdì 24 alle ore 21 nella Sala Archi dell’oratorio della Chiesa Santa Maria della Stella, in via Fratelli Piol 10 Coldiretti Torino proporrà una degustazione di vini e formaggi.

“Nell’ambito della fiera di Santa Caterina 2017, a Rivoli – spiega Sergio Barone, vice presidente Coldiretti Torino – proponiamo una degustazione di vini delle montagne torinesi, abbinata ad alcuni formaggi. Una iniziativa che rientra nel solco degli eventi che Coldiretti Torino, da alcuni anni, propone sotto lo slogan “La montagna vuole vivere”. Dopo le transumanze, organizzate nel centro di Torino a fine 2016 e, a Rivoli nel novembre 2016, arriva una degustazione di vini e formaggi”.

Sergio Barone - Coldiretti

Sergio Barone – Coldiretti

La degustazione è organizzata da Coldiretti Torino, in collaborazione con l’Associazione La Meridiana e l’amministrazione della Città di Rivoli.

Fabrizio Galliati, presidente di Coldiretti Torino, spega lo spirito dell’iniziativa: “In montagna, nell’ambito del settore primario, l’allevamento zootecnico soprattutto per la produzione casearia di eccellenza ha un ruolo importante. Nelle “Terre Alte” anche la viticoltura ha una posizione altrettanto di rilievo. Per questo, con la degustazione a Rivoli, intendiamo valorizzare i vini prodotti nelle montagne torinesi: in ValSusa, nel Pinerolese, nell’Eporediese e nel Canavese. Alla degustazione dei vini abbiamo abbinato formaggi della ValSusa e della Val Sangone“.

La degustazione verrà introdotta da Sergio Barone, a seguire l’indirizzo di saluto del Sindaco di Rivoli, Franco Dessì. Carlo Zorzi, presidente de La Meridiana, presenterà un documento dell’archivio storico di Torino – alcune pergamene pubblicate nei “Documenti sulla Storia del Piemonte” – che testimonia la coltivazione del Nebbiolo e di altri vitigni a Rivoli, sin dall’anno 1266, addirittura qualche anno prima rispetto alla documentazione della coltivazione dello stesso vitigno nel territorio di Alba.

La degustazione di vini e formaggi

A curare la degustazione ci saranno i professori Luca Rolle e Giuseppe Zeppa, del DISAFA, il  Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Alimentari dell’Università degli Studi di Torino, rispettivamente esperiti di viticoltura e produzioni vitivinicole  e qualità, sicurezza alimentare e sostenibilità della filiera del latte.

Le Aziende presentate:  i vini e i formaggi in degustazione:

Saranno presenti alcuni dei più qualificati produttori delle Valli per quanto riguarda le produzioni casearie e vitivinicole. Spaziando per queste ultime anche nel canavese e nel Pinerolese.

  • Bianco, Geisa Veia 100% Baratuciat, anno 2016, dall’Azienda Agricola Agriforest  di Almese;
  • Bianco, Erbaluce DOCG, anno 2016, azienda agricola Giacometto Bruno, di Caluso;
  • Rosso, Nebbie autunnali, uvaggio 2015, Azienda Vitivinicola Prever, di Villarbasse;
  • Rosso, Camillo, Avanà, Bequet, Dolcetto, Azienda Agricola Casa Ronsil di Chiomonte;
  • Rosso, Malliolo, Bequet in purezza, anno 2014, Azienda Agricola Martina di Giaglione;
  • Rosso, Pinerolese Rosso Doc, anno 2014, Azienda Agricola Airasca Antonio, di Bricherasio;
  • Rosso, Canavese Nebbiolo, anno 2011, Azienda Agricola Giacometto Bruno, di Caluso.
  • Toma Lait brusc, Azienda Agricola Listello Amelio, di Sant’Antonino;
  • Toma tradizionale, Azienda Agricola Giuseppe Berton, di Pianezza e monticante a Cesana;
  • Mozzarella, Azienda Agricola Versino Simona e Daniela di Giaveno;
  • Cevrin Coazze, Azienda Agricola Fratelli Lussiana di Giaveno;
  • Tomino fresco, Azienda Agricola Fratelli Bramante di Giaveno.

toma alpeggio