Finalmente le piogge si sono allentate: nelle ultime 12 ore oltre 230 interventi dei VV.FF. e viabilità interrotta in molti tratti Ad Almese l'intervento più grave, con una abitazione travolta da uno smottamento di acqua e terra

whatsapp-image-2016-11-25-at-11-16-25

TORINO – Solo alle 20.00 di ieri sera alle 8.00 dfi stamattina sono stati oltre 230 gli interventi di soccorso a persone, e animali, molti sulle sponde di fiumi e torrenti effettuati dal personale dei VIgili del Fuoco del Comando Provinciale di Torino,, soprattutto nel pinerolese – dove ancora risulta una persona dispersa – e nella zona di Moncalieri.

La situazione in Valle di Susa e Sangone, nonostante alcune criticità, fra allagamenti e piccole frane che però hanno interessato la viabilità principale in Alta Valle – sia la Statale 24 in più punti da Cesana a Exilles, che la SS335 a Oulx – sta lentamente tornado alla normalità, anche molte strade secondarie, che portano alle frazioni alpine sono state invase da cadute di alberi o materiale franoso. Chiusa anche la SP 23 del Sestriere al kilometro 89 circa. Solo l’A32 ha continuato a garantire la vibilità senza alcuna interuzione, anche se la Sitaf raccomanda prudenza.

In tutti i Comuni le squadre di Protezione Civile e il perosanle di viabilità di Città Metropolitana sono al lavoro anche per la verifica dei danni e rimuovere gli ostacoli. Sangone, Messa ad Almese e Gravio a Condove sono le aste torrentizie che hanno preoccupato di più. Ma anche i Rii di Bardonecchia che hanno contribuiti ad allagare molte abitazioni e scantinati, tra Melezet e il concentrico urbano. A Cesana allagato l’Hotel Casa Cesana, per le colate d’acqua scese alle sue spalle. Allagamenti anche a Caprie dove sulla Provinciale 197/2 nei pressi di Borgataa Case Inferiori il transito è interrotto. Allagamenti anche al Malpasso sulla SS.24 a San Giorio.Ad Almese in particolare questa mattina una abitazione è stata invasa letteralmente da un ammasso di acqua e detriti smotati sulla stessa in Via Sonetto, in pieno centro abitato, costringendo i residenti ad una rapida e anche fortunosa evacuazione.

Le nuvole si stanno per foirtuna alzando e l’allarme pioggia pure. L’Arpa Piemonte segnala per mattinata di sabato  un cielo prevalentemente nuvoloso, a causa delle correnti meridionali che apportano umidità sul Piemonte, con deboli nevicate sulle Alpi al di sopra dei 1600 m. Ma dal  pomeriggio le schiarite diverranno via via più ampie fino ad avere condizioni ben soleggiate per domenica, quando si assiste alla rimonta dei valori di alta pressione e si annuncia bel tempo. Attenzione però in quota ai fenomeni slavinosi, visto il rialzo termico.