Torna a sgorgare l’acqua dalla fontana medievale di Salbertrand Il manufatto è datato 1525

Fontana di SalbetrandFontana di Salbetrand

SALBERTRAND – Dopo i lavori di restauro iniziati in primavera, in occasione del Ferragosto e della Festa di San Rocco, è tornata a sgorgare l’acqua dalla fontana ottagonale di Salbertrand, inserita nel circuito di visita dell’Ecomuseo Colombano Romean, situata lungo Via Roma, in Piazza Secondino Guiffre, in occitano Simadierä.

L’intervento

Gli interventi, condotti dal restauratore Iacco Morlotti e dal Consorzio Forestale Alta Valle di Susa, sotto la supervisione dell’architetto Massimo Rigat, in collaborazione con l’Ecomuseo e  il Comune di Salbertrand, che ha interamente finanziato il progetto, hanno portato al consolidamento e recupero strutturale dell’opera, ricomposizione, stuccatura e legatura con staffe metalliche delle otto lastre lapidee e la rimozione della cerchiatura metallica che teneva unite le lastre e copriva le pregevoli iscrizioni medievali in numeri romani gotici che attestano la data di realizzazione: 1525.

La fontana

Delle tre bocche di uscita dell’acqua, una è originale, mentre due sono state forgiate a mano dalla ditta Vocaturi specializzata nel restauro e lavorazione artistica del ferro. Prima di riempire nuovamente la fontana, il restauratore Iacco Morlotti ha provveduto all’impermeabilizzazione, all’interno della vasca, dei giunti tra le lastre, per evitare che future infiltrazioni possano compromettere il lavoro di stuccatura appena ultimato.