Formati 13 volontari della Croce rossa di Giaveno sul rischio Terremoto "Io non rischio": in piazza il 15 e 16 ottobre a Sangano e Giaveno

cri

GIAVENO – Si è conclusa sabato 02 luglio la formazione dei primi 13 Volontari della Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Giaveno sul rischio Terremoto per la Campagna Nazionale “Io Non Rischio – Buone Pratiche di Protezione Civile” promossa dal Dipartimento di Protezione Civile. La Campagna, si vuole ricordare, punta alla sensibilizzazione dei cittadini sui rischi presenti sul Territorio italiano (Alluvione, Maremoto e Terremoto) e sul preparare i cittadini a dare per primi una risposta, attuando i comportamenti corretti da effettuare nel caso quei rischi si verificassero nel loro territorio e mostrando loro gli strumenti da usare per raggiungere i punti dove arriveranno i soccorsi. Già nel 2015 la Croce Rossa Italiana Comitato Locale di Giaveno aveva partecipato sensibilizzando circa 300 cittadini incontrati a Giaveno e a Sangano nei giorni rispettivamente del 17 e 18 Ottobre sul tema del rischio Alluvione, ottenendo un ottimo successo anche per le idee proposte in piazza e molto apprezzate dal Dipartimento di Protezione Civile. Quest’anno il weekend sarà quello del 15 e 16 Ottobre 2016 in occasione del quale la Croce Rossa della Val Sangone sarà nuovamente presente, il sabato a Sangano e la domenica a Giaveno per sensibilizzare i cittadini sul rischio Terremoto con nuovi materiali interattivi. Ma la Croce Rossa non si è fermata qui: uno dei Volontari C.R.I. della sede locale ha infatti intrapreso ad inizio 2016 la selezione e il percorso per diventare Formatore Nazionale della Campagna “Io Non Rischio” ed è impegnato in queste settimane nella formazione dei Volontari di Protezione Civile delle Regioni Piemonte, Valle D’Aosta e Liguria. Tutto questo perché la Croce Rossa Comitato Locale di Giaveno crede fortemente nella Preparazione delle Comunità, uno degli obiettivi nazionali dell’Associazione: si è deciso pertanto ancora una volta di dare ai cittadini dell’Unione dei Comuni Montani della Val Sangone gli strumenti affinchè possano essere non solo vittime, ma il primo anello di Risposta al verificarsi di un’Emergenza. Un percorso nella Comunità iniziato nel 2014, con il lancio della Campagna “Fai di più che incrociare le dita”, che ogni anno permette agli Operatori C.R.I. di incontrare i cittadini sulla tematica della Riduzione dei Rischi da Disastro, e proseguito fino ad oggi con la realizzazione, nel mese di giugno 2016 a Giaveno, del secondo Corso Nazionale per Operatori C.R.I. di Riduzione dei Rischi da Disastro ed Adattamento ai Cambiamenti Climatici.  “Salviamo vite, cambiamo mentalità (Strategia 2020, Federazione Internazionale di Croce Rossa e Mezzaluna Rossa) a Giaveno ovvero cambiamo mentalità per salvare vite così da poter fare di più e fare meglio.”

Cri Giaveno

Croce rossa giaveno io non rischio